Muggiò, apre la cassetta dell'acqua di via De Nicola: rifornimenti gratis per tutta la "fase 3"

Entra in funzione l'1 agosto la terza cassetta dell'acqua a Muggiò: per tutta la fase 3, i rifornimenti sono gratis e sicuri

Durante il lockdown, in via De Nicola a Muggiò, è stata installata una cassetta dell'acqua. Una cassetta che, a partire dal 1 agosto, permetterà a tutti i cittadini di avere buona acqua a km0.

“L’apertura di un chiosco rappresenta sempre un momento importante ma, in questo caso, ha un significato ancora più profondo perché è lo specchio di un servizio pubblico essenziale, come quello idrico brianzolo, che non si è mai fermato, che sta accompagnando la ripartenza e che guarda al futuro insieme ai comuni e ai cittadini", ha sottolineato il presidente e ad di BrianzAcque Enrico Boerci.    

"Consegnamo ai muggioresi la terza casetta dell’acqua realizzata per rispondere alle esigenze di noi tutti, che chiediamo acqua buona, sicura, economica, ma anche rispettosa dell’ambiente. Questa iniziativa è l'occasione per dare un contributo alla riduzione dell’inquinamento e per promuovere una cultura ecologica, rimarcando l’importanza dei temi di sostenibilità e di pubblica utilità. Ringrazio il presidente Boerci per la preziosa opportunità offerta” ha aggiunto Maria Fiorito, sindaco di Muggiò.

Con l’avvio della postazione idrica di via De Nicola, Muggiò ottiene così la sua terza casetta dell'acqua, dopo quelle già in via Marx angolo via Sondrio e in via Casati angolo via Libertà. Tutte  distribuiscono acqua liscia e frizzante, a temperatura ambiente o refrigerata, controllata e garantita da stringenti analisi di laboratorio con la possibilità di fare rifornimenti 24 ore su 24. 

Normalmente, la risorsa idrica ha un costo poco più che simbolico di 5 centesimi al litro ma BrianzAcque, per andare incontro al territorio e alle comunità locali in un periodo di crisi economica e sociale, ha deciso di renderla gratuita e di mantenerla tale anche per l’intera durata della fase 3 della pandemia. 

Per effettuare i prelievi occorrerà però essere in possesso dell’apposita tessera: una misura introdotta per contrastare sprechi della preziosa risorsa. Per chi non si fosse ancora dotato della card, a Muggiò, è sufficiente recarsi in Municipio e acquistarla attraverso un apposito totem al costo di 3 euro.

Nell’effettuazione dei rifornimenti, BrianzAcque chiede agli utenti senso di responsabilità, l’indosso di mascherina, e il mantenimento di almeno 1 metro di distanza tra le persone in attesa di riempire le bottiglie. Si raccomanda inoltre di non creare assembramenti e di rispettare le norme igieniche, ad esempio non toccando gli erogatori con le mani. Nel corso della crisi pandemica, in tutte le postazioni sono stati potenziati il servizio di pulizia e di sanificazione delle strutture e degli impianti con interventi bisettimanali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • Salute Donna e il San Gerardo piangono la morte di Licia, l'infermiera dal cuore buono

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

Torna su
MonzaToday è in caricamento