Musei Civici di Monza, la mostra che racconta il legame tra Monza e Kyoto

Dal 18 luglio al 6 settembre, il museo monzese ospita la mostra "Task Kyoto – Isia Monza: Esperimenti e tradizioni"

Cos'hanno in comune Monza e il Giappone? Molto più di quel che si crede.

Per il terzo anno consecutivo, i Musei Civici di Monza tornano a collaborare con il Traditional Arts Super College of Kyoto (Task). L'occasione è una mostra, "Task Kyoto – Isia Monza: Esperimenti e tradizioni", che fonde l'arte e l'artigianato, la tradizione e la sperimentazione. Perché, il Task di Kyoto e l'Isia (Istituto Superiore Industrie Artistiche) di Monza, sono uniti da un sottile filo rosso: il primo è un punto di riferimento per la conservazione e la diffusione delle antiche e raffinate tecniche artigianali della secolare tradizione giapponese, il secondo - attivo in Villa Reale tra la Prima e la Seconda Guerra Mondiale - fonde perfettamente talento artistico e pratica artigianale.

La mostra, aperta dal 18 luglio al 6 settembre 2020, parte dunque dal mantenimento della tradizione per poi superarla: un'operazione resa possibile, questa, dalla capacità inventiva dei maestri che si sono avvicendati nell'insegnamento all'Isia, personalità rilevanti che hanno spesso dato corpo a uno sbilanciamento verso l'arte più che all'artigianato.

Cosa porta in scena "Task Kyoto – Isia Monza: Esperimenti e tradizioni"? Per la parte dedicata alla scuola giapponese, una rassegna fotografica dei lavori realizzati lo scorso anno e diversi pezzi che testimoniano l'arte della lavorazione della ceramica così come insegnata dalla scuola; per la parte dedicata all'Isia, alcuni pezzi del repertorio decorativo (a cominciare dalle cospicue donazioni di Ugo Zovetti e Luca Crippa) e il mosaico di piastrelle “Partenza del legionario” di Salvatore Fancello, esposto in occasione della VI edizione della Triennale di Milano del 1936 e proposto per la prima volta nelle sale del Museo.

Così ha commentato Massimiliano Longo, Assessore alla Cultura: "Le importanti opere dell’Isia in mostra  sottolineano le affinità e le differenze con il repertorio artistico della scuola Task di Kyoto: due mondi distanti geograficamente, con stili, culture e filosofie diverse, ma che hanno avuto e hanno margini di contaminazione da scoprire e da inventare".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sulla Valassina, pirata della strada travolge coppia in moto: un morto e un ferito

  • Tragedia a Lazzate, uomo trovato cadavere in via Enrico Fermi: indagano i carabinieri

  • Le meraviglie di Monza celebrate in televisione, in città le riprese della Rai

  • Guida ubriaco e travolge moto uccidendo donna poi abbandona auto: arrestato 30enne

  • Ombrelli sopra il centro di Monza, ecco perchè la città si è coperta di verde

  • Ubriaco travolge coppia in moto sulla Valassina poi scappa: morta donna monzese

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento