rotate-mobile
Attualità

Nasce in Lombardia la prima bimba rifugiata dall'Ucraina

Si chiama Nikole e pesa 3 kg. Il suo papà è al fronte

Pesa 3 kg e sta bene. Dorme serena tra le braccia della sua mamma che pochi giorni fa è scappata dall'Ucraina per raggiungere in Italia alcuni familiari. Poi il 28 febbraio la corsa all'ospedale di Rho dove ha dato alla luce la sua bambina, che ha chiamato Nikole. Il papà, ripartito per l'Ucraina, l'ha vista in videochiamata.

Una storia di estrema tenerezza e speranza quella di Nikole e della sua mamma. La donna, al nono mese di gravidanza, ha lasciato Ternopil dove viveva con il suo compagno e la figlia di 8 anni per raggiungere la Lombardia dove vive già la nonna. Quando è scoppiata la guerra il compagno, richiamato alle armi, ha pensato subito di mettere in salvo la donna e i figli accompagnandoli al confine della vicina Polonia, e poi da lì un lungo viaggio verso l'Italia durato diversi giorni. 

Poi lunedì, a pochi giorni dall'arrivo in Lombardia, il lieto evento. La giovane mamma ha partorito la sua Nikole all'ospedale di Rho: la piccola è la prima bambina rifugiata dall'Ucraina nata nel nostro Paese.

"Le ho mandato dei fiori da parte di tutti i lombardi - ha scritto sulla sua pagina Facebook il governatore Attilio Fontana -. Fino a qualche settimana fa una vita come tante. Poi il 24 febbraio inizia la guerra, il compagno viene richiamato alle armi e decide subito di far partire moglie e figlia verso il confine della vicina Polonia, per poi cercare di raggiungere la nonna in Italia. Sperio che questa famiglia si possa presto riunire, a casa, in pace. Nel frattempo, qui loro sono al sicuro"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nasce in Lombardia la prima bimba rifugiata dall'Ucraina

MonzaToday è in caricamento