rotate-mobile
La novità

Pulizia strade: ecco cosa cambia in città

E' attivo il nuovo parco macchine dell'impresa Sangalli e in alcune vie sarà ripristinata la sosta libera

Dal 15 maggio nei quartieri San Carlo - San Giuseppe, San Rocco e Triante partirà la nuova modalità di pulizia delle strade.

A renderlo noto oggi, 3 maggio, il primo cittadino Paolo Pilotto che, affiancato dai responsabili dell'impresa Sangalli, ha presentato i nuovi mezzi che entreranno in azione per la pulizia di strade e marciapiedi e per la raccolta dei rifiuti e le modalità con le quali verranno eseguiti. In particolare, in alcune vie dei tre quartieri tornerà nuovamente attiva la sosta libera, e dunque non sarà più necessario spostare i veicoli, mentre in altre vie occorrerà continuare a spostarli. Grazie all'ausilio delle autospazzatrici che lavoreranno in sinergia con gli operatori. "Abbiamo deciso per questa modalità in accordo con l'impresa appaltatrice, pensando a ridurre le scomodità dei cittadini ma nel contempo a mantenere l'obiettivo della massima pulizia, dopo una lunga analisi e una sperimentazione in tal senso nei mesi scorsi nel quartiere San Fruttuoso - ha spiegato il sindaco - I risultati, infatti, sono stati positivi e se funzionerà anche ora pensiamo che entro la fine dell'anno tali misure possano essere estese a tutta la città".

LA MAPPA CON LE NUIOVE REGOLE: QUARTIERE PER QUARTIERE

I nuovi mezzi e le altre novità

Come chiarito ancora dal sindaco a tutte le famiglie nei diversi quartieri verrà distribuito il materiale informativo con le vie nelle quali vigerà il divieto di sosta, con i relativi orari. In aggiunta, così come già a San Fruttuoso, nelle vie dove non vigerà il divieto i cartelli stradali relativi alla pulizia strade (la quale sarà di preferenza effettuata nelle ore mattutine) saranno appositamente contrassegnati con una X arancione. La scelta di estendere la sperimentazione a quartieri vicini per posizione non è stata casuale. Permetterà infatti a chi risiede al confine tra un quartiere e l'altro, nelle vie ove vige il divieto, di posteggiare l'auto nelle vie limitrofe ove invece il divieto non c'è. 

A fare la differenza saranno i nuovi mezzi entrari da alcune settimane a far parte della flotta impiegata in città dall'azienda Sangalli. In tutto 17 nuovi mezzi per i servizi di raccolta, oltre a una nuova attrezzatura a spazzola per diserbo (per eliminare le piante infestanti nei marciapiedi), soffiatori elettrici, un aspiratore elettrico Glutton, una lavastrade elettrica e una mini spazzatrice elettrica. Tutti rigorosamente green e che si aggiungono alla flotta già in funzione, che comprende, tra l’altro, autocarri elettrici per pulizia manuale, spazzatrici a metano, autocarri per la raccolta differenziata e mini compattatori a metano. A partire da lunedì 8 maggio saranno infine collocati nelle aree verdi comunali 150 isole a tre cestini in modo da poter raccogliere in maniera differenziata anche nei giardini carta e imballaggi in plastica e lattine, oltre al secco residuo,  e 70 nuovi raccoglitori verranno posizionati nelle sedi pubbliche, nelle scuole e nelle strutture della grande distribuzione a partire dai prossimi giorni. "Siamo partiti dalla messa a regime di tutti gli aspetti previsti nell’appalto per poi proseguire nell’efficientamento dei servizi - ha spiegato l’assessore all’ambiente Giada Turato - Mentre prosegue il confronto con l’azienda per migliorare ulteriormente l’igiene in città".

20230503_130509

Una precisazione, quella dell'assessore, volta a chiarire la volontà di collaborazione fra il comune e l'impresa Sangalli (cui, secondo quanto dichiarato dai responsabili, nel 2023 percepirà circa 12 milioni di euro per i servizi svolti alla città), a fronte delle ormai note vicissitudini giudiziarie. Che hanno visto l'azienda appaltatrice chiedere davanti ai giudici al comune la restituzione delle somme decurtate da quest'ultimo dai canoni mensili per alcune prestazioni non rese. "Collaborare a migliorare il servizio per il bene della città è cosa ben diversa da far valere le proprie ragioni in altre sedi" ha concluso Pilotto. Che a tal proposito ha poi aggiunto come le segnalazioni pervenute all’impresa sulla pulizia del suolo risultano diminuite mediamente di oltre il 70% rispetto al periodo precedente la sperimentazione a San Fruttuoso e che il Comune, da parte sua, proseguirà, l’attività di monitoraggio delle attività dell'impresa per verificare le condizioni di pieno rispetto di quanto stabilito nel contratto di appalto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pulizia strade: ecco cosa cambia in città

MonzaToday è in caricamento