rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Attualità

Ecco cosa serve al Paese Ritrovato per aiutare i malati di Alzheimer a "conservare" la memoria

Una raccolta di oggetti per arredare le stanze e gli angoli di vita del gioiello sanitario lombardo

Quegli oggetti che nelle nostre case sono ormai "vintage" possono ritrovare in un Paese speciale vita nuova. Possono far riaffiorare ricordi, emozioni, riemergere abilità che si pensavano ormai sopite. Possono ritrovare una secondo vita, e aiutare i malati di Alzheimer a "ricordare" parte della loro vita. 

A l Paese Ritrovato di Monza - il grande "villaggio" realizzato a misura di persona malata di Alzheimer - stanno cercando oggetti per arredare le camere degli ospiti, gli spazi comuni, e quei luoghi all'interno della struttura gestita dalla cooperativa La Meridiana dove ogni giorno gli abitanti del Paese si muovono, si incontrano e interagiscono.

L'appello sulla pagina social della cooperativa è molto chiaro: "Oggi per te inutili per noi sono utili" è lo slogan dell'iniziativa. Agli abitanti del Paese Ritrovato servono: vasi per fiori recisi, portafoto da tavolo, fiori artificiali, macchine da cucire e macchine da scrivere, scatole di latta per biscotti, gomitoli di lana, carte da gioco, mollette di legno, stoffe, cerniere, filati da cucire, aghi, spilli, infila aghi, barattoli in vetro velcro, pannolenci, gomma eva, luci e addobbi di Natale, candele bianche, ovatta, articoli per bigiotteria, piumini per polvere, orologi da parte e di modellini di auto. 

Gli oggetti devono essere (naturalmente) in buono stato. Per informazioni inviare un'email a marco.fumagalli@cooplameridiana.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ecco cosa serve al Paese Ritrovato per aiutare i malati di Alzheimer a "conservare" la memoria

MonzaToday è in caricamento