Venerdì, 19 Luglio 2024
L'annuncio / Seveso

Pedemontana: tra pochi giorni al via i lavori di bonifica dei terreni con la diossina. Quanto dureranno e come saranno

I lavori inizieranno alla fine di luglio

Entro la fine di luglio al via i cantieri di Pedemontana per la bonifica dei terreni contaminati dalla diossina. Si inizierà a Cesano Maderno, poi entro la fine di settembre inizieranno gli scavi veri e propri. Ad annunciarlo è Sabatino Fusco, direttore di Autostrada Pedemontana Lombarda. Un annuncio al termine dell’incontro (a porte chiuse) che si è svolto questo pomeriggio, martedì 9 luglio, a Seveso al Bosco delle Querce quando i vertici di Pedemontana hanno illustrato ai sindaci dei Comuni interessati come verranno organizzati e realizzati i lavori per la bonifica dei terreni comtaminati dalla diossina del disastro dell'Icmesa del 10 luglio 1976 e sui quali passerà la maxi autostrada che per 35 km attraverserà la Brianza. 

Fuori ad attendere e protestare il Comitato No Pedemontana che chiedeva di poter partecipare all’incontro, ma soprattutto chiedeva (e chiede) un incontro pubblico per informare la popolazione su quello che succederà, porre domande e trovare risposte a dubbi e preoccupazioni. “L’incontro è andato molto bene”, ha dichiarato Sabatino Fusco che ha fornito anche i primi numeri su questo maxi intervento di bonifica: sono 44 mila i metri cubi di terreno che saranno sottoposti all’intervento di bonifica; 8 le aree interessate tra Meda, Cesano Maderno e Seveso; 16 milioni di euro il costo dell’intervento; gli scavi arriveranno fino a 1 metro e 20 dal piano campagna; le abitazioni più vicino al cantiere saranno a 500 metri dagli scavi.

“I lavori inizieranno entro la fine di luglio - ha precisato Fusco -. C’è una fase preparatoria: è previsto il campionamento dell’area con il posizionamento di centraline e fare analisi per capire se c'è o meno diossina . In questa prima fase, che durerà circa 15 giorni, non sono previste recinzioni che appariranno solo successivamente. A quel punto verranno realizzate le opere del cantiere con la creazione delle piste per i mezzi. Le fase di movimento terra sono limitate a 40 giorni. Per esempio l'area più piccola prevede solo 2 giorni di movimento terra”.

Sabatino Fusco ha ribadito l’attenzione per la sicurezza. “Per i cittadini non c’è alcun rischio – ha detto – Sono previste piste diverse per i mezzi che opereranno nel cantiere e per quelli che usciranno trasportando il materiale movimentato. I cittadini devono stare tranquilli. Teniamo a loro e ai lavoratori che opereranno all’interno del cantiere”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pedemontana: tra pochi giorni al via i lavori di bonifica dei terreni con la diossina. Quanto dureranno e come saranno
MonzaToday è in caricamento