rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Agricoltura sostenibile / Cavenago di Brianza

Il pesto made in Brianza che arriva dall'orto verticale più grande d'Europa

Il basilico coltivato nella vertical farm brianzola

Niente pesticidi, disponibile 365 giorni all’anno indipendentemente dalle condizioni climatiche e coltivato in un orto verticale, con un enorme risparmio di acqua (il 95% in meno) e di suolo (-90%) rispetto all’agricoltura tradizionale in campo aperto. Nell’orto verticale della Brianza - il più grande d’Europa - arriva il basilico nato da un seme non trattato, purissimo. E il pesto.

Si tratta della novità in casa Planet Farm, l’azienda di Cavenago Brianza nata da un'idea di Luca Travaglini e Daniele Benatoff che ha sviluppato una tecnologia in grado di dar vita alla coltivazione verticale più grande d'Italia. “I prodotti a marchio Planet Farms esprimono i valori nei quali crediamo fortemente e che sono la base dei nostri processi di coltivazione. – commentano Luca Travaglini e Daniele Benatoff, co-founder e co-Ceo Planet Farms - Ci impegniamo ogni giorno per offrire al consumatore un prodotto buono, fresco e attento all’ambiente”.

Frutto di un’attenta selezione di materie prime di alta qualità gli ingredienti - solo sette - consentono di ottenere un pesto sorprendente e senza conservanti aggiunti. Tutto questo è evidente a prima vista, grazie al colore brillante e naturale, al profumo inconfondibile e intenso di basilico fresco e infine al gusto.

L'orto verticale della Brianza 

Planet Farms nasce nel 2018 con un sistema di coltivazione verticale unico al mondo per dare una risposta concreta al bisogno di prodotti agricoli sani, di alta qualità, a bassissimo impatto ambientale e alla portata di tutti. L’idea è stata di Luca Travaglini ed è stata subito sposata dal co-founder, co-amministratore delegato, nonché amico di una vita Daniele Benatoff. E a Cavanago poi ha preso formal’azienda, recentemente inaugurata, che è la più grande vertical farm in Europa, una delle più grandi al mondo e la più avanzata a livello di tecnologia e automazione.

Le insalate e ora anche il pesto prodotti dalla start up brianzola si trovano anche sugli scaffali della grande distribuzione e la produzione di Planet Farm è finita anche nei piatti di chef stellati. Un piccolo impero "verde" che cresce sempre più e punta al cielo. In alto, sempre più in alto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il pesto made in Brianza che arriva dall'orto verticale più grande d'Europa

MonzaToday è in caricamento