rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Attualità

Pizzaut conquista il Papa con la sua pizza "Cantico delle creature"

Questa mattina l'incontro con il Santo Padre

"Esiste un'economia che mette l'uomo al centro e poi esiste un'economia di scarto che non considera l'uomo, bisogna decidere da che parte stare". Così Papa Bergoglio ha accolto questa mattina, venerdì 1 aprile, Nico Acampora e i suoi ragazzi di Pizzaut

Un'emozione immensa quella vissuta dal "papà" della prima pizzeria gestita da persone autistiche. Ha regalato al Papa il grembiule di Pizzaut e lo ha aiutato in dinossarlo. Stupendo il volto del Papa raggiunte con indosso il mitico grembiule blu. Ma la gioia più immesa per Nico Acampora è stata quella di poter mostrare al Santo Padre i suoi ragazzi al lavoro: la passione e la dedizione che questi pizzaioli e camerieri speciali mettono in ogni loro azione. Perchè, come più volte raccontato, grazie al lavoro i professionisti di Pizzaut hanno raggiunto un'autonomia che fino a pochi anni fa anche i loro genitori stentavano a credere. E a sperare.

Una giornata che Acampora e i suoi ragazzi certamente non dimenticheranno. All'alba, con il loro truck, hanno raggiunto le mura della città del Vaticano. "Sembra un miracolo - ha dichiarato Nico Acampora durante la diretta Facebook -. Siamo proprio accanto al colonnato di San Pietro. Mi spaventa solo l'idea che possa partire qualche schizzo di pomodoro". I pizzaioli sono arrivati poco dopo e hanno iniziato a preparare le pizze per le persone senza fissa dimora che vivono vicino al colonnato, per risvegliarle con una colazione diversa e speciale, con quella che è stata soprannominata "la pizza più buona della galassia conosciuta" preparata da pizzaioli speciali. 

Poi l'emozionate incontro con il Santo Padre. I ragazzi si sono messi ben presto al lavoro per donare un pranzo diverso a Papa Bergoglio e ai suoi collaboratori. E per il Papa, come anticipato ieri da MonzaToday, una pizza dedicata a quella preghiera di San Francesco tanto cara a Bergoglio. Per lui la pizza Cantico delle Creature:  "Amata sorella acqua e farina di grano di terra che tutto sostenta e governa - si legge sulla pagina Facebook di Pizzaut -. Base rossa come il fuoco, raggiante e che ci illumina; mozzarella e patata bianca come la luna...pomodorini pachino gialli e rossi come il sole e le stelle, chiare, preziose e belle; Infine una spolverata dei fratelli vento e tempo... simbolizzati dall'aroma volteggiante di due spezie globali che uniscono i popoli..il pepe nero e la curcuma". 

Nico aveva preparato i suoi ragazzi all'incontro. Francesco, il pizzaiolo, gli aveva confidato il desiderio di dire al Papa di telefonare a Putin e di far smettere la guerra; Lorenzo conosciuto per il suo abbraccio vigoroso aveva fatto le prove per un abbraccio più "delicato". Ma, come per miracolo, tutto è acacduto con grande naturalezza. La stessa che contraddistingue i ragazzi di Pizzaut. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pizzaut conquista il Papa con la sua pizza "Cantico delle creature"

MonzaToday è in caricamento