rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Attualità Cesano Maderno

In Brianza un poliambulatorio con visite gratis per chi è in difficoltà

Il progetto grazie a un accordo tra Comune e l'associazione "Le comunità della salute"

La crisi economica, acutizzata anche dall'emergenza sanitaria, vede molte persone dover rinunciare a sottoporsi a controlli e cure mediche. Da qui l'idea di aprire un poliambulatorio medico e infermieristico riservato alle persone che stanno attraversando un momento di difficoltà economica. 

Il servizio medico e infermieristico aprirà a Cesano Maderno in via San Carlo: un progetto che vede il coinvolgimento del Comune, dell'associazione "Le comunità della salute" che hanno già sperimentato questo tipo di servizio a Macherio e a Vedano. Un progetto già in fase embrionale prima dell'ermegenza sanitaria e che ha visto anche il coinvolgimento dell'Asst Brianza e dell’Auser. Il centro sarà dotato di due ambulatori, una sala di accettazione, una sala d’attesa. 

Il progetto prevede la presenza di medici e di infermieri che presteranno volontariamente il proprio servizio. Agli utenti verranno erogate gratuitamente consulenze medico specialistiche, attività di prevenzione socio sanitaria, prestazioni infermieristiche di base, consulenze psicologiche, un sostegno strategico soprattutto in questa fase di post covid che vede molte persone affrontare momenti di ansia.

Adesso si entra nella fase finale in cui si dovranno ottenere le necessarie autorizzazioni con la messa a norma dell’impianto elettrico e la stipula di un'assicurazione da parte dell’associazione; si dovranno arredare gli spazi e ci si dovrà dotare delle strumentazioni di prima necessità. C’è già un ecografo portatile dell’Associazione, e servirà proprio questo genere di apparecchiature per poter raggiungere i pazienti a domicilio, uno degli obiettivi principali del progetto. Si lavora anche per reclutare medici e infermieri volontari che operano localmente per garantire un servizio efficiente. 

 “Molte persone, anche nella nostra ricca Brianza non possono acquistare i farmaci o sottoporsi a visite specialistiche per ragioni economiche - spiega il dottor Filippo Viganò -. Da qui la nostra iniziativa. L’esperienza è un esempio virtuoso del rapporto tra enti del terzo settore, società civile, strutture pubbliche regionali e locali. Importante la collaborazione per alcune azioni della Lilt Milano, dell’Auser e della comunità locale da coinvolgere insieme ai medici del territorio, anche quelli in pensione che si sentono ancora attivi. Il poliambulatorio di Cesano contribuirà alla costruzione di una rete territoriale in grado di facilitare l’accesso alla diagnosi e alla cura per i cittadini e le famiglie in difficoltà socio-economica”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Brianza un poliambulatorio con visite gratis per chi è in difficoltà

MonzaToday è in caricamento