Ponti Milano-Meda: certificata idoneità statica dopo le prove di carico, fino a giugno 2020

La notizia è stata divulgata dalla Provincia di Monza e Brianza, dopo gli accertamenti

Hanno superato l'esame e quindi evitato la bocciatura. I tre ponti che sovrastano la Milano-Meda, arteria che attraversa la Brianza dal comasco a Milano, sottoposti a prove di carico negli ultimi mesi, hanno ottenuto la certificazione di idoneità statica fino a giugno 2020.

La buona notizia è stata divulgata dalla Provincia di Monza e Brianza, dopo gli accertamenti svolti sui manufatti di competenza provinciale numero 12 e 14 in corrispondenza di Cesano Maderno, e sul ponte 26 all'altezza dello svincolo di Meda.

"Abbiamo vissuto un periodo molto difficile, oggi in molti devono chiedere scusa alle migliaia di cittadini che ogni giorno percorrono la Milano Meda", ha detto il presidente della Provincia di Monza Roberto Invernizzi, ricordando che a inizio estate "la stampa ha posto il dubbio che i ponti non fossero sicuri, abbiamo risposto con il lavoro che stavamo già svolgendo". "Assumiamo decisioni sui dati oggettivi e non su base emotiva", ha concluso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La situazione sulla superstrada Milano-Meda, riguardo lo stato dei ponti che l'attraversano, è critica ma ogni cavalcavia è controllato costantemente a vista - e non solo - contro il rischio cedimenti, anche se stando ad una perizia tecnica andrebbero chiusi entro fine agosto. Aveva rivelato un inchiesta pubblicata sul Corriere, alla quale avevano risposto dalla provincia di Monza spiegando che per il momento l'intenzione è quella di mantenere aperta la superstrada che unisce Milano con la Brianza, dove ogni giorno transitano 100mila auto. Anche se ad agosto 2017 l'ingegnere Giuseppe Giunta, tecnico incaricato dalla Provincia di Monza e della Brianza di verificare le condizioni dei cavalcavia aveva decretato la necessità di bloccarli al traffico a fine agosto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco i 10 comuni brianzoli con più contagi

  • Atti osceni con una ragazza nuda in un giardinetto a Monza, multa da 10mila euro

  • Con il prof. Riva lezioni in lingua: in classe si parla solo in latino

  • Dove fare il vaccino anti-influenzale a Monza e in Lombardia: tutte le informazioni

  • Coprifuoco, centri commerciali chiusi nel weekend e didattica a distanza: le nuove misure anticovid in Lombardia

  • Coronavirus, focolaio all'ospedale di Carate Brianza: 14 operatori positivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento