rotate-mobile
Lunedì, 3 Ottobre 2022
Il progetto

Contro la siccità arriva un nuovo pozzo nel Parco di Monza

Il progetto presentato da Brianzacque

Quest'estate la siccità ha messo a dura prova la Brianza. Campi aridi, alberi morti per la mancanza di acqua e anche i prati del Parco di Monza arsi dalla canicola e dalla mancanza di piogge.

Così che quello che era un progetto del quale da tempo si parlava adesso potrebbe diventare realtà: creare un nuovo campo pozzo all'interno del Parco di Monza. L'idea è stata presentata mercoledì 31 agosto in occasione della conferenza stampa di presentazione della convenzione sottoscritta in comune tra Brianzacque e Autodromo per il posizionamento di casette dell'acqua e spillatrici che nel lungo fine settimana del Gran Premio erogheranno acqua gratis ai tifosi. 

Ma i progetti sono a lunga scadenza e vanno ben oltre il weekend della gara e dei futuri eventi sportivi. Brianzacque e Autodromo stanno studiando la possibilità di individuare un’area con adeguate caratteristiche di protezione ambientale da destinare alla creazione di un  nuovo campo pozzi. Naturalmente previo accordo con il Consorzio Villa Reale e Parco di Monza. Gli impianti di captazione potranno funzionare sia a servizio delle reti idriche interne del Parco, sia per quello  dei comuni di Monza,  Biassono e Villasanta, così da garantire una maggiore disponibilità di acqua potabile.

“Quello che vogliamo dare come azienda patrimonio del territorio è un grande e appassionato aiuto all’autodromo a diventare unico al mondo - dichiara Gilberto Celletti vice presidente di Brianzacque -. Vogliamo che grazie alle casette dell’acqua e, soprattutto, ai pozzi l’Autodromo diventi un polmone idrico della Brianza, immerso nel polmone verde più importante d’Europa. La nostra idea è di fare dell’Autodromo di Monza l’autodromo leader al mondo nella sostenibilità. Noi iniziamo a farlo con l’acqua. Lanciamo da qui un appello a tutte le aziende pubbliche brianzole per unirsi a noi e fare squadra con l’Autodromo in questa direzione dall’anno prossimo. L’impegno che personalmente ci ho messo in questo impegno in coordinamento con il consiglio di amministrazione e la passione civica e sportiva che merita un patrimonio della Brianza e del mondo come l’autodromo possono essere comuni con tutte le aziende del sistema Brianza”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contro la siccità arriva un nuovo pozzo nel Parco di Monza

MonzaToday è in caricamento