Premio “Beato Talamoni", consegnate 5 medaglie e 2 targhe con menzione d’onore

La cerimonia di consegna della massima benemerenza civica mercoledì nella sede della provincia di Monza e Brianza

Si è tenuta mercoledì 3 ottobre presso la sede della Provincia, la cerimonia di consegna del Premio “Beato Talamoni”, la massima benemerenza provinciale istituita in occasione dell’anniversario del Santo Patrono della Brianza, Luigi Talamoni.

Il prestigioso riconoscimento è annualmente conferito a cinque eccellenze del territorio che si sono distinte nel mondo dell’impresa, della cultura, dell’arte, del sociale, dello sport o in altri settori. Quest’anno su proposta del neo Presidente sono state conferite anche due  targhe con menzione d’onore. 

“Le candidature raccolte ci hanno stupito soprattutto per il grande entusiasmo con cui sono state presentate. Per questo oltre alle medaglie, quest’anno assegneremo due targhe con una menzione d’onore: non potevamo deludere chi con tanta passione ci ha sottoposto la storia di nostri concittadini che hanno saputo distinguersi nella quotidianiatà. – spiega il Presidente Luca Santambrogio  –Non premiamo eroi, ma  persone comuni che anche nelle difficoltà hanno saputo trovare il modo di non arrendersi e dare vita ai propri progetti. Persone che hanno vinto la crisi guidando grandi aziende, persone che sanno trasformare una idea in realtà. Persone che incontriamo tutti i giorni e che ci possono ispirare. Persone che compiono il proprio dovere nel silenzio, senza grandi clamori ma che si sforzano ogni giorno, nel loro piccolo, di fare qualcosa per contribuire a rendere ancor più accogliente, solidale e vivibile la nostra provincia.”

Quest'anno per l'allestimento e l'accoglienza durante l'evento sono state coinvolte alcune scuole superiori del territorio: l’Istituto Adriano Olivetti di Monza per i servizi di accoglienza; l’Istituto “Luigi Castiglioni” di Limbiate per gli allestimenti floreali; l’Istituto “ Luigi Milani “ di Meda per il cerimoniale; Il CFP Pertini di Seregno – Afol Monza e Brianza per il servizio di catering. 

I premiati

Cav. Uff. Raffaele Morandini (Comune di Seveso) – Tra le più belle storie di solidarietà ed impegno sociale che la Brianza può raccontare vi è sicuramente quella di Raffaele Morandini.Conosciuto come l’uomo che scala le vette più alte – lo Stambecco d’Acciao - ha ottenuto riconoscimenti  importanti non solo per le sue abilità sportive ma soprattutto per l’esemplarità delle sue azioni.L’ impegno profuso nel trasmettere i valori autentici dello sport è stato premiato con l’attribuzione di numerose onorificenze, rendendolo l’unico brianzolo ad avere ottenuto molti titoli, tra cui la Palma d’oro al merito tecnico del C.O.N.I.Recentemente si è reso protagonista di un vero gesto eroico guadagnandosi la prestigiosa Benemerenza al Merito Civile da parte del Ministero dell’Interno.A lui va il  ringraziamento di tutta la comunità brianzola per essere un testimonial di quei valori morali e sociali che rappresentano il nostro territorio. 

Domenica Flavio Ronzoni (Comune di Briosco) – Insegnante. Storico. Scrittore. Una carriera intensa coronata dal successo di molte produzioni letterarie in cui ha raccontato la Brianza attraverso i suoi protagonisti, i suoi luoghi, la sua cultura.  Grazie alla sua instancabile attività di ricerca e divulgazione ha contribuito a diffondere presso un pubblico sempre più ampio l’immagine di una terra moderna, complessa, in continua evoluzione ma fortemente ancorata alle sue radici storiche. 

Polisportiva Sole A.S.D Onlus (Comune di Lissone) – Punto di riferimento in Brianza della Federazione Regionale Special Olympics, la Polisportiva Sole A.S.D Onlus promuove progetti di inclusione sociale per condividere esperienze uniche di gioco, gioia, amicizia attraverso la pratica sportiva. Grazie all’impegno dei promotori, molti atleti hanno conquistato vittorie significative contribuendo a lanciare messaggi di speranza, ottimismo, integrazione: con il linguaggio comune dello sport si possono aiutare le persone ad accettare i propri limiti, superando qualsiasi tipo di barriera. Nel 2019 la Polispostiva era presente, con i suoi atleti, ad Abu Dhabi per partecipare ai Giochi estivi, il più grande evento umanitario e sportivo del mondo. Gli atleti brianzoli hanno così contribuito a scrivere una pagina bella dello sport inclusivo dimostrando che con coraggio, entusiasmo e tanacia tutti possono realizzare i propri sogni. 

Associazione Culturale Musicale Ettore Pozzoli (Comune di Seregno) – Da poco più di dieci anni, l’Associazione è attiva per sviluppare, promuovere,  diffondere una cultura musicale di qualità, offrendo una importante ribalta ai tanti giovani talenti nostrani, anche a livello internazionale. Punta di diamante dell’Associazione è l’Orchestra Filarmonica Ettore Pozzoli, che si è imposta da subito come formazione di prestigio nel settore musicale grazie all’alto profilo culturale e al forte radicamento nel territorio. Capace di sviluppare sinergie proficue e di far germogliare progetti culturali ambiziosi, l’Associazione costituisce  un punto di riferimento prezioso e di valore per la Brianza e per la sua intera comunità.

Valentino Giambelli – alla memoria ( Comune di Monza) – Brianzolo doc, persona geniale ricca di accattivante umanità, amante del calcio prima giocato con capacità e passione e poi promosso con grande impegno sia a livello professionistico che per i più piccoli come momento di crescita, generosa e sempre disposta a dare una mano, amante del bello in ogni sua forma ha saputo scrivere pagine stupende di condivisione nel territorio della nostra Brianza legando indissolubilmente il suo nome a quello del calcio Monza di cui è stato Presidente per ben 19 anni. 

Premio Talamoni – menzione speciale a Claudia Limonta Rovagnati - Per l’impegno, la passione, la tenacia con cui ha preso la guida di una grande azienda leader del territorio ambasciatrice delle eccellenze imprenditoriali della Brianza. E per portare avanti un modello di business aperto alla solidarietà sociale e all’attenzione per l’ambiente

Premio Talamoni – menzione speciale alla memoria a Don Naborre Nava - per l’esempio di un ministero sacerdotale vissuto nella quotidianità per portare conforto, sostegno, amicizia, entusiasmo, voglia di fare ad una comunità che continua a tenere vivo il suo ricordo

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come eliminare i pesciolini argentati dalle nostre case

  • Paura al mercato di Macherio, si accascia a terra: trasportata in codice rosso all'ospedale

  • Litiga con la fidanzata poi cerca di farla finita: 37enne salvato a Monza

  • Perde il controllo dell'auto in Valassina, si schianta contro il guard rail e si ribalta

  • Omicidio a Cernusco, uomo ucciso nei box del condominio: freddato in auto a colpi di pistola

  • Alle porte della Brianza apre un nuovo supermercato

Torna su
MonzaToday è in caricamento