menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Marco Pirola (Fb)

Foto Marco Pirola (Fb)

Pride, l'ultradestra cattolica si raduna davanti al monastero ma la suora li caccia

La scena venerdì pomeriggio davanti al monastero delle Monache Sacramentine

Nel giorno del Brianza Pride, prima edizione del Pride a Monza, un gruppo variegato che univa estrema destra e cattolici oltranzisti ha provato a "manifestare" la sua contrarietà, ma è stato "cacciato" dalle suore del monastero delle Monache Sacramentine. 

E' successo venerdì pomeriggio. Il gruppo di sigle, riunito attorno al Comitato Teodolinda, aveva dapprima invitato il questore di Monza Davide Sinigaglia a prendere provvedimenti contro la prevista parata del Pride, parlando di atteggiamenti provocatori nei riguardi della sensibilità religiosa ma anche del decoro pubblico. Senza grande successo. Così il comitato ha organizzato un presidio per venerdì pomeriggio in via Santa Maddalena, davanti alla chiesa e all'annesso monastero.

Ma sul più bello, mentre i partecipanti erano intenti a recitare il Rosario, una delle suore è uscita e ha "cacciato" tutti, costringendo loro a radunarsi nel lato opposto della piazza. Gli organizzatori minimizzano e parlano di "persone che hanno ricamato su ipotetiche strumentalizzazioni", facendo intendere che le monache temessero che le sigle politiche si "appropriassero" del Rosario di riparazione. Fatto sta che non c'erano simboli di partito né bandiere, ma la monaca ha comunque allontanato tutti (foto Fb Marco Pirola).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento