Attualità

Cucina, cinema e musica: giovani protagonisti nelle ville di Monza e della Brianza

Il progetto #GiovaniInVilla, finanziato con oltre 84 mila euro dal bando regionale “Lombardia è dei giovani” per un valore complessivo di 120 mila euro

Ripartire dai giovani. Riscoprire tradizioni e valorizzare radici artistiche, letterarie ed enogastronomiche in una chiave nuova, dando ai ragazzi un ruolo da protagonisti. Questo l’obiettivo del progetto #GiovaniInVilla, finanziato con oltre 84 mila euro dal bando regionale “Lombardia è dei giovani” per un valore complessivo di 120 mila euro. Il progetto intende far scoprire (o riscoprire) ai giovani tra i 16 e i 26 anni le tradizioni locali in ambito artistico, letterario e enogastronomico.

“Un percorso che consente ai ragazzi di approfondire la conoscenza del proprio territorio, sviluppando un maggiore senso di appartenenza e di identità” spiega l’Assessore con delega alle Politiche Giovanili Federico Arena. Lo strumento per far dialogare i giovani con il territorio sono le Ville di Delizia e le dimore storiche presenti nei cinque Comuni interessati dal progetto: la Reggia di Monza, Villa Zoia a Concorezzo, Villa Filippini a Besana in Brianza, Villa Zari a Bovisio Masciago, Villa Clerici Immacolata, Villa Verri e Villa Casnedi Carpegna a Lentate sul Seveso.

“#GiovaniInVilla è un progetto innovativo che mixa video, scrittura, tradizioni culinarie, musica e location particolari per disegnare un quadro a tutto tondo della cultura del nostro territorio, spiega l’Assessore. E lo abbiamo fatto usando il linguaggio dei ragazzi. Gli studenti hanno potuto mettere in pratica le conoscenze apprese sui banchi di scuola, ma anche scoprire o riscoprire la nostra Reggia e altre bellissime ville brianzole. Siamo convinti, infatti, che si debba avere una visione ampia sul mondo, senza però dimenticare chi siamo: identità, cultura e storia. Questo progetto è nato in epoca pre Covid, prima dell'emergenza sanitaria. I giovani, però, non si sono persi d’animo: hanno dimostrato la capacità di reinventarsi e di sperimentare formule nuove in un contesto “virtuale” che è riuscito a liberare la loro creatività, il loro entusiasmo e il desiderio di mettersi in gioco rafforzando anche le dinamiche di integrazione che hanno visto studenti di origine straniera diventare “ambasciatori” dell’enogastronomia brianzola”.

“#GiovaniInVilla - ha dichiarato l'Assessore Regionale allo Sviluppo Città Metropolitana, Giovani e Comunicazione Stefano Bolognini - è davvero un progetto innovativo, che va nella direzione di coinvolgere i giovani e renderli protagonisti del loro e del nostro futuro. Ringrazio il Comune di Monza e tutti gli altri partner per avere compreso a pieno lo spirito del bando regionale "La Lombardia è dei Giovani", con cui Regione sostiene e finanzia il progetto. Regione Lombardia appoggia e continuerà a stimolare e incentivare anche nei prossimi anni progetti come #GiovaniInVilla, perché i nostri ragazzi devono sentirsi sempre di più al centro delle attività della loro comunità e della Lombardia. Sono molto contento e orgoglioso di vedere come, anche con il contributo della Regione, nascano e crescano iniziative così interessanti e innovative”.

Le iniziative

«Liberaci» è il titolo, Santa Marta di Concorezzo, Villa Verri di Lentate sul Seveso, Villa Filippini di Besana in Brianza e la Villa Reale di Monza sono le protagoniste. È il cortometraggio realizzato dagli studenti del Liceo Artistico «Nanni Valentini» nell'ambito del progetto #GiovaniInVilla. Gli studenti della classe VD del Liceo Artistico «Nanni Valentini», accompagnati dai formatori dell'associazione culturale «Liberi Svincoli», hanno scritto, girato, interpretato e montato un «mockumentary», cioè un finto documentario e lo hanno fatto in modo collettivo, scegliendo di raccontare la storia di uno spartito musicale molto particolare. Questo espediente narrativo ha consentito ai ragazzi di scoprire e far scoprire agli spettatori alcuni importanti beni artistici della Brianza. #GiovaniInVilla ha coinvolto anche gli studenti dell’«Olivetti» che hanno condotto un lavoro di ricerca e studio dei prodotti enogastronomici del territorio, esercitazioni in laboratorio e preparazioni di due pranzi con menù a chilometro zero (lo scorso 27 novembre e l’11 maggio).

I ragazzi dell'Associazione «Antonia Vita - Carrobiolo» hanno raccontato i luoghi simbolo della città, il Duomo e l'Arengario, attraverso un grande murales realizzato all'interno del Centro Educativo. ”Intravision”è stato l’evento di musica elettronica online che, lo scorso luglio, ha aperto l’estate monzese dei giovani con un mix unico di musica di qualità, sonorità all’avanguardia e una location particolare, perfetta per unire cultura e musica elettronica. Altri eventi e progetti hanno coinvolto i giovani di Besana in Brianza, Concorezzo e Bovisio Masciago.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cucina, cinema e musica: giovani protagonisti nelle ville di Monza e della Brianza

MonzaToday è in caricamento