rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Attualità

La Monza del futuro: al posto dei ruderi la nuova biblioteca civica

Il progetto del Comitato per il recupero dell'area dell'ex Buon Pastore

Il progetto è pronto: nel grande plesso di quello che un tempo era il Buon Pastore di Monza il Comitato di quartiere vorrebbe realizzare un grande spazio culturale e di aggregazione, con una nuova biblioteca civica. Ma l'idea del Comune è un'altra.

Dopo il flash mob di ottobre per dire no alla realizzazione di un complesso residenziale destinato a oltre 240 famiglie, adesso un incontro pubblico per presentare alla cittadinza il progetto di recupero di quell'area. L'appuntamento è per giovedì 25 novembre alle 20.30 nella Sala Villa (Via Vittorio Veneto 1). 

L'incontro, promosso dal gruppo culturale "Amici del Cortile" della cooperativa edificatrice Carlo Cattaneo, vedrà al tavolo dei relatori le esponenti del Comitato Pro Buon Pastore Chiara Robotti e Rita Caldarelli, e l'architetto Paola Galbiati. 

Un'area tutelata

L'Area, che è vincolata dalla Soprintendenza alle Belle Arti, è formata da un'ampia zona verde, e dai resti di quella che un tempo fu la Villa Uboldi, nota anche come Villa Angela, costruita intorno alla metà del XVII secolo. Alla fine del 1800 poi, l'area venne acquisita dalla Congregazione Signora di Carità del Buon Pastore. Nel 1972 l'istituto concesse una parte dell'ampio complesso al Comune di Monza per ospitare la sede distaccata di alcune scuole.

Un'area abbandonara da anni

Nel 2004 la Congregazione ha venduto il plesso a un privato, ma l'area da tempo si trova in uno stato di abbandono e di degrado. I proprietari hanno presentato un progetto di rilancio e di recupero della zona che prevede al realizzazione di tre condomini (per un totale di circa 240 appartamenti e 350 garage) e di un piccolo centro commerciale all'interno di quella che un tempo era la chiesetta.Il Comitato di quartiere non ci sta. "Il progetto oltre a prevedere il consumo di 4mila metri quadrati di suolo - spiegano - non tiene conto dell'aumento del traffico che si riverserebbe in una zona già ampiamente congestionato".

Il progetto del Comitato

Il Comitato di quartiere propone una soluzione altrernativa per il recupero di quella zona che, purtroppo, è ormai dimenticata.  La creazione di una nuova biblioteca civica, moderna e multimediale, con aule per le scuole superiori, trasformando l'ex Buon Pastore in un polo didattico moderno, funzionale e facilmente raggiungibile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Monza del futuro: al posto dei ruderi la nuova biblioteca civica

MonzaToday è in caricamento