Sciopero del trasporto pubblico mercoledì 24 luglio, a rischio treni, bus e metropolitana

Le informazioni e gli orari

Metropolitana

Sciopero dei mezzi pubblici mercoledì 24 luglio a Monza e in Brianza.  Le organizzazioni sindacali hanno indetto per la prossima settimana un'agitazione che avrà carattere nazionale e interessera il settore dei trasporti. Durante la giornata saranno possibili disagi per i pendolari monzesi e brianzoli che dovranno fare i conti con lo sciopero dei mezzi pubblici che potrebbe mettere a rischio treni, autobus, metropolitana e tram. 

Sciopero Autobus a Monza e provincia

Lo sciopero del prossimo mercoledì 24 luglio coinvolgerà tutte le linee di Autoguidovie, annunciano dall'azienda. Saranno garantite le corse in partenza dai capolinea e indicate negli orari pubblicati: da inizio servizio alle ore 18 e dalle 22.01 a fine servizio. Potrebbero non essere garantite tutte le corse in partenza nella fascia oraria dalle 18.01 alle 22.

Per quanto riguarda invece il servizio gestito da Net - Nord Est Trasporti  l’agitazione è prevista nella Città di Monza sia per il Servizio Urbano sia per quello Extra Urbano dalle ore 18 alle ore 22.

Nuovo biglietto integrato: ecco cosa cambia

Sciopero dei treni

Lo sciopero in programma il prossimo 24 luglio interesserà anche il personale delle infrastrutture ferroviarie Ferrovienord Spa che potrebbero incrociare le braccia dalle 9 alle 13 e Rfi (rete Ferroviaria Italiana) dalle 9 alle 17. Pur non interessando direttamente il personale Trenord, il servizio ferroviario regionale, suburbano, a lunga percorrenza e aeroportuale potrebbe subire variazioni. Nello sciopero, informano da Trenord, non sono coinvolte le fasce orarie di garanzia.

Metropolitana a Milano

Lo sciopero nazionale dei trasporti in programma per mercoledì 24 luglio interesserà anche il personale del Gruppo Atm Spa e quindi i tram e le metropolitane milanesi. L'azienda ha comunicato gli orari dell'agitazione sindacale: il personale viaggiante e di esercizio sia di superficie sia della metropolitana potrebbe scioperare dalle ore 18 alle 22.

Le ragioni dello sciopero del 24 luglio 2019

“Sciopero nazionale il prossimo 24 luglio in tutti i settori del trasporto pubblico locale, ferroviario, merci e logistica, marittimo e porti, autostrade, taxi, autonoleggio e il 26 luglio in tutto il trasporto aereo”. L'annuncio degli esecutivi nazionali di Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti: “per dare sostegno alla piattaforma unitaria di proposte ‘Rimettiamo in movimento il Paese’ indirizzata al Governo”.

“Per la prima volta nella storia più recente - scrivono i sindacati - il Governo si contraddistingue per l’assenza di risposte strategiche, non ha mai convocato le organizzazioni sindacali e lo ha fatto solo per sporadici incontri per la gestione delle singole crisi. A seguito di questo bisogno di scelte si deve aprire un confronto punto per punto su infrastrutture, politica dei trasporti e regole ed arrivare alla sottoscrizione di un Patto per i Trasporti che parta dall’aggiornamento del Piano Generale dei Trasporti e della Logistica e che tenga conto delle esigenze di mobilità di persone e merci”.

“L’Italia - proseguono ancora - dal punto di vista infrastrutturale, rischia di diventare la cenerentola d’Europa se non si sbloccano le opere che la fanno viaggiare fra sud e nord a due velocità. Il sistema di regolazione dei trasporti sta penalizzando sia le lavoratrici che i lavoratori del settore. Basta osservare cos’è accaduto nel trasporto aereo, dove al crescere del traffico una serie di aziende, anziché svilupparsi, sono entrate in crisi che durano tuttora”.

"Allo stesso tempo nel settore ferroviario la liberalizzazione ha aperto le infrastrutture senza garantire alle imprese italiane condizioni di reciprocità verso i paesi europei. Inoltre le dichiarazioni dell’Autorità di regolazione dei trasporti destano inquietudine per i provvedimenti che dovrebbero colpire Rfi, mentre non è ben chiaro cosa si intenda  per  'aggiornamento  del  rapporto  concessionario  per  le  autostrade'. Il Paese e i lavoratori dei trasporti hanno bisogno di regole, pianificazione e programmazioni. Siamo uniti per vincere la battaglia che abbiamo iniziato con gli scioperi nazionali di maggio scorso. Questo non è uno sciopero contro i due partiti al Governo, ma è uno sciopero politico contro l’immobilismo di questo Governo. Senza trasporti moderni ed efficienti, con tutti i lavoratori tutelati dai Ccnl, questo Paese non potrà ripartire”.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Monza usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

  • La scopa elettrica senza fili conviene per davvero?

  • Il colore di capelli più cool dell’estate? È l’Icy White

  • Dove dormire in una casa sull’albero, a meno di due ore da Monza

  • Fuga da Monza: in mountain-bike da Paderno al traghetto di Leonardo

I più letti della settimana

  • Grosso incendio alla stazione di Monza: fumo in tutta la zona

  • Incidente mortale a Seveso: muore ragazzo di 18 anni

  • Incidenti, violento schianto auto-moto: gravi un 17enne e una 13enne

  • Ubriaco fradicio mentre lavora, provoca 3 incidenti e poi scappa

  • Tempesta di chiamate e sms la ex: poi si presenta sotto casa sua con un coltello

  • Accoltellato dal figlio violento durante l'ennesima lite: arrestato studente di vent'anni

Torna su
MonzaToday è in caricamento