“Salviamoci la faccia”: ragazzi delle superiori a scuola di sicurezza stradale

Gli studenti incontreranno piloti, istruttori di guida e medici. Obiettivo? Prevenire gli incidenti in moto

Immagine repertorio

Piloti, istruttori di guida e medici in cattedra. Dall'altra parte gli studenti. L'obiettivo? Aumentare la sicurezza sulle strade quando si usano ciclomotori e motociclette. È "Salviamoci la faccia", conferenza organizzata per le 13 di giovedì 21 febbraio nell'auditorium Enrico Maria Pogliani all'ospedale San Gerardo di Monza. Saranno presenti i ragazzi dal liceo artistico statale Amedeo Modigliani di Giussano, Istituto Scolastico Paritario Collegio Sant’Antonio - Liceo scientifico e Liceo delle scienze applicate di Busnago, Istituto Tecnico Industriale e Liceo delle Scienze Applicate Enrico Fermi di Desio e I.I.S. Leonardo Da Vinci di Carate.

"La prevenzione parte dai banchi di scuola – ha dichiarato il Direttore Generale della ASST di Monza Mario Alparone -. In questo caso i nostri professionisti si mettono a disposizione per una campagna di sensibilizzazione sull’utilizzo dei sistemi di protezione. Ben vengano iniziative come queste all’interno di un ospedale, che non è solo un luogo di cura, ma anche di cultura".

L’evento con i ragazzi non ha solo lo scopo di sensibilizzare all’utilizzo del casco integrale, ma di tutti i sistemi di protezione presenti sul mercato. Si parlerà di uso consapevole del mezzo, come si utilizza una moto dal punto di vista pratico, come si sta in moto, come porre attenzione ai possibili ostacoli, i comportamenti da evitare, il rispetto delle norme di traffico non solo per le sanzioni ma anche per acquisire un senso civico che deve far parte di un giovane e in questo caso di un giovane motociclista.

Ospiti del convegno operatori del "motor sport", piloti professionisti del calibro di Lorenzo Mauri, Manuel Rocca e Dario Tosolini che faranno vedere ai ragazzi cosa si può arrivare a fare con le motociclette ma con la giusta preparazione e in un circuito. Saranno ospiti e relatori anche giornalisti come Valentina Rigano dell’Ansa e la dr.ssa Giovanna Guiso giornalista della F.I.M. e Alberto Cecotti giornalista Motorbike tester e motor coach che mostrerà in pratica ai ragazzi il significato dell’utilizzo consapevole del mezzo e dei sistemi di protezione  impegnata nella prevenzione dei traumi stradali. Sarà presente il tecnico caschi Airho Valerio Boeri, azienda che sostiene l’iniziativa. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Infine grazie alle presenza come ospite dell’ingegnere Carlo Linetti, vicepresidente Cobo Group, i partecipanti avranno modo di apprendere come lo sviluppo dell’elettronica sulle moto, mutuato dal motor sport, sia finalizzata non solo alle prestazioni ma anche alla sicurezza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sulla Valassina, pirata della strada travolge coppia in moto: un morto e un ferito

  • Guida ubriaco e travolge moto uccidendo donna poi abbandona auto: arrestato 30enne

  • Cesano Maderno, bimbo positivo al covid: tampone e "quarantena" per tutta la classe

  • Ombrelli sopra il centro di Monza, ecco perchè la città si è coperta di verde

  • Ubriaco travolge coppia in moto sulla Valassina poi scappa: morta donna monzese

  • Misinto, aperto al traffico un nuovo tratto della provinciale Sp 152

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento