rotate-mobile
Domenica, 26 Giugno 2022
Emergenza Ucraina / Villasanta

Un aiuto economico alle famiglie che hanno ospitato i profughi ucraini della guerra

L'iniziativa del comune brianzolo

Un contributo economico per chi ha aperto le porte della propria casa e ha accolto i profughi di guerra. Un aiuto che il comune di Villasanta ha deciso di destinare a coloro che hanno deciso di mettersi a disposizione di chi aveva bisogno per far fronte, almeno in parte, alle spese sostenute per l’accoglienza e per le pratiche burocratiche. “Oggi, a nome di tutto il Consiglio, sono contento di confermare che questo intervento a sostegno delle famiglie villasantesi ospitanti e dei profughi ucraini ospitati si farà. Anzi, dopo aver dialogato con la Comunità Pastorale e con Caritas, possiamo dire che l’intervento assume contorni ampi, davvero comunitari” ha detto nella seduta del consiglio comunale di lunedì 30 maggio il sindaco Luca Ornago.

Il sostegno economico del comune

L’intervento in favore dell’emergenza ucraina si sviluppa su due fronti, uno dei quali è appunto il supporto a chi ha accolto i profughi volontariamente. Prevede lo stanziamento di 5.100 euro a favore delle famiglie villasantesi ospitanti a parziale copertura delle spese burocratiche di cui si sono fatte carico per l’accoglienza. Il fondo è stato calcolato prevedendo di riconoscere 150 euro per ogni profugo ucraino ospitato e sarà prelevato dal 5x1000 versato dai contribuenti a favore del Comune. Questo stanziamento è da intendersi “una tantum” ed è dedicato esclusivamente all’attuale emergenza provocata dal conflitto russo-ucraino. Questo sulla scia di una lettera che il Comune di Villasanta ha indirizzato il 27 aprile 2022, con altri 21 Comuni brianzoli, ad ANCI nazionale sollecitando una posizione forte e decisa del Governo in questa direzione. Durante la seduta del 28 aprile, una comunicazione del sindaco ha informato di questa iniziativa il Consiglio Comunale che ha trovato una piena comunità d’intenti.

È stato accolto il suggerimento del consigliere Antonio Cambiaghi di valutare la possibilità di erogare un contributo economico alle famiglie villasantesi che si sono fatte carico dell’accoglienza. Il secondo fronte sul quale si è mossa l’Amministrazione è quello di una rete di collegamento diretto con le famiglie ospitanti, allo scopo di garantire vicinanza e supporto, anche morale, e di monitorare le necessità e i bisogni soprattutto delle persone ospitate. Lo scopo è farsi punto di raccolta di eventuali emergenze (soprattutto sanitarie, visite mediche specialistiche, il dentista oppure, ad esempio, l’acquisto di occhiali…) per le quali potrà esser messo a disposizione il Conto Corrente bancario aperto nel mese di marzo dall’Amministrazione Comunale e dalla Comunità Pastorale, e intestato alla Parrocchia di S.Anastasia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un aiuto economico alle famiglie che hanno ospitato i profughi ucraini della guerra

MonzaToday è in caricamento