rotate-mobile
Sabato, 28 Gennaio 2023
Segnalazioni / San Gerardo / Via Montevecchia

Devono partire per un viaggio in Giappone ma il passaporto rischia di arrivare dopo

L'anno scorso la questura di Monza ha rilasciato 25.622 passaporti e la fila degli utenti ogni giorno è lunga. "Prendiamo 300 appuntamenti al giorno" assicurano dagli uffici. E per gestire le richieste sono state assegnate altre sei risorse ma i tempi di attesa restano lunghi. Per le urgenze è necessario presentarsi allo sportello

Il passaporto dei ragazzi - 17 e 19 anni - erano scaduti a giugno 2022. Così a settembre L.G., la madre, brianzola, residente a Veduggio con Colzano, ha cominciato a monitorare il sito delle prenotazioni in cerca di un appuntamento. "Non c'erano posti e così ho deciso di aspettare perchè non avevamo necessità di avere il documento a breve" spiega a MonzaToday. A Natale poi però il regalo inaspettato: un viaggio di famiglia, tutti insieme, in Giappone, da fare ad aprile. Ma i ragazzi sono senza passaporto e devono rinnovarlo.

L.G., convinta di avere qualche mese ancora a disposizione, comincia subito a cercare un appuntamento. Ma deve fare i conti con i lunghi tempi di attesa. "Da quando hanno rivisto la procedura per la prenotazione è un disastro. Nel 2017, quando abbiamo rinnovato il passaporto io e mio marito e lo abbiamo fatto ai ragazzi, abbiamo sbrigato tutto in un mese e mezzo. E siamo andati a Milano perchè c'era la possibilità di scegliere. Oggi non si può selezionare l'ufficio a cui rivolgersi e per la provincia di Monza e Brianza il solo punto di riferimento resta la questura del capoluogo brianzolo e le richieste per una provincia così popolosa immagino siano tantissime" racconta. 

E a dicembre L.G., ha iniziato a cercare un appuntamento. "Fino a metà gennaio non ho trovato nessuna disponibilità: l'agenda era tutta rossa, senza possibilità di fissare un appuntamento. A sorpresa, l'altro giorno, alla 102esima volta che mi connettevo al sistema, ho trovato due posti, in due giorni diversi". Ma i primi appuntamenti disponibili sono ad agosto. E il viaggio è ad aprile. E la famiglia rischia di non poter partire. O di dover lasciare i figli a casa.

"Ho mandato diverse mail ma non ho mai avuto risposta" spiega la donna. "E avrò chiamato almeno 50 volte il numero dedicato per il servizio passaporti ma una volta composta la scelta di parlare con un operatore la linea cadeva". La questione relativa alle lunghe attese per il rilascio o il rinnovo dei passaporti alla questura di Monza è già nota e - assicurano da via Montevecchia - si tenta di gestire l'utenza ascoltando tutte le richieste e tenendo conto delle urgenze. "Per chi ha problematiche particolari e deve partire per ragioni di studio, lavoro o vacanza, l'invito è a presentarsi presso gli uffici" spiegano dalla questura. Lo scorso anno sono stati rilasciati 25.622 passaporti, secondo il report di fine anno fornito dalla questura. E negli ultimi tempi è stato implementato anche l'organico dell'ufficio con l'assegnazione di altre sei risorse. "Abbiamo raddoppiato gli appuntamenti e le disponibilità dell'agenda: prendiamo circa trecento prenotazioni al giorno" spiegano.

"Non è possibile che nel 2023 oggi per sbrigare pratiche burocratiche la situazione sia peggio di trent'anni fa. Quando per la prima volta ho fatto il passaporto sono andata in comune e ci ho messo un mese. Ora per un rinnovo tocca aspettare otto mesi". E nel frattempo il viaggio e la sorpresa di famiglia rischiano di saltare perché l'alternativa è non partire. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Devono partire per un viaggio in Giappone ma il passaporto rischia di arrivare dopo

MonzaToday è in caricamento