rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Attualità

Una biciclettata lunga 152 km alla scoperta della Brianza dei Lose

Il progetto dell'associazione Cammino di Sant'Agostino

Un tour di 152 km in bicicletta alla scoperta di quegli angoli della Brianza che, esattamente due secoli fa, conquistarono i coniugi tedeschi Federico e Carolina Lose. Un tour, all'epoca pittorico, che poi si è concretizzato in 24 stampa grazie alle quali la coppia fece conoscere le bellezze della provincia brianzola anche all'estero. Fu all'epoca che nacque il "mito" della Brianza come meta di villeggiatura della nascente borghesia milanese e lombarda. 

A distanza di 200 anni da quel viaggio l'associazione Cammino di Sant'Agostino lo ripropone dando vita al Tour dei Lose: sono previste anche tappe alla Villa Reale di Monza, a Gerno di Lesmo, a Verano Brianza, al Alzate Brianza, ad Erba, a Ponte Lambro, a Canzo, a Pusiano, Civate, ad oggiono, Barzanò e Monticello Brianza. 

Quei suggestivi scorci diventati immagini quasi fotografiche, affascinanti e senza tempo, saranno esposti nell’ambito della manifestazione “Ville Aperte” 2022 presso il granaio della Villa Greppi di Monticello Brianza con inaugurazione il 23 aprile alle 16 e successiva esposizione il 24, 25, 30 aprile e 1 maggio, dalle ore 10:00 alle ore 18:00.

Contestualmente all’inaugurazione di Sabato 23 aprile, sarà presentato il libro-guida “Il Tour dei Lose” di Renato Ornaghi che contiene le immagini delle 24 stampe, il diario di quel viaggio estivo dei coniugi Lose e la descrizione dettagliata dell’ itinerario ciclistico di 152 km, con la possibilità di svolgere ulteriori 10 più brevi anelli intermedi. Un modo questo davvero nuovo e sostenibile per riscoprire artisticamente i territori della Brianza, utilizzando il mezzo su due ruote in assoluto più sostenibile: la bicicletta.

Innumerevoli sono gli aneddoti legati al diario del Viaggio pittorico dei coniugi Lose, il più interessante lega direttamente la Brianza a Giacomo Leopardi, in particolare alla scrittura dell’idillio Il Passerò Solitario. Proprio sulla base delle testimonianze nel diario dei Lose e della concordanza temporale tra la sua pubblicazione e la permanenza di Giacomo Leopardi a Milano nell’anno 1825, emerge che Il Passero Solitario  potrebbe essere stato davvero scritto in Brianza: nella Valle dell’Oro, nel Comune di Civate. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una biciclettata lunga 152 km alla scoperta della Brianza dei Lose

MonzaToday è in caricamento