rotate-mobile
Lunedì, 8 Agosto 2022
Trasporti

Passante, la procura dissequestra i binari ma i treni (per ora) non ripartono

Il passante ferroviario resterà fermo almeno fino a fine agosto, continuano le operazioni di manutenzione dei treni

La procura di Milano ha dissequestrato i binari del passante ferroviario tra Porta Garibaldi e Dato: i 100 metri di ferrovia che avrebbero causato un consumo anomalo delle ruote dei convogli Trenord.

Il maggiore indiziato della maxi usura di acciaio sarebbe un malfunzionamento dell'impianto ingrassatore attivo proprio tra le due stazioni, ma resta da capire quanto questo malfunzionamento abbia inciso sulle ruote e se non ci siano altri fattori che abbiano contribuito all'usura. Uno tra tutti il caldo record delle ultime settimane. Una risposta definitiva, comunque, è attesa dopo le valutazioni della Polfer e della pm Maura Ripamonti sugli esiti delle analisi effettuate nei giorni scorsi; analisi effettuate anche attraverso la scansione tridimensionale dei binari dopo alcune corse di prova per verificare eventuali variazioni geometriche dopo continui passaggi.

Le corse di Trenord, comunque, non riprenderanno a breve. Nelle officine dell'azienda continuano le operazioni di tornitura per ripristinare le ruote di acciaio che si sarebbero deformate. I lavori riguarderebbero circa 50 convogli, cifra pari al 90% dei treni che attraversa quel tratto di passante ferroviario. Nelle officine, inoltre, è in corso anche la manutenzione ordinaria degli altri convogli e per questo le operazioni, sebbene siano scattate il giorno successivo al blocco, il 23 luglio, sono ulteriormente rallentate.

La circolazione di tutti i treni del passante, complice anche l'orario estivo e Ferragosto, potrebbe riprendere non prima di fine mese. Inutile e scontato aggiungere che la situazione sta creando non pochi disagi ai pendolari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Passante, la procura dissequestra i binari ma i treni (per ora) non ripartono

MonzaToday è in caricamento