La storia / Muggiò

L'Uomo Ragno è brianzolo: ecco chi è il supereroe che fa sognare i bambini

La storia di Alex, il 49enne di Muggiò che veste i panni di Spider-Man e porta un sorriso ai bambini ricoverati negli ospedali della Lombardia (ma non solo)

Nella vita è un fattorino impegnato ogni giorno nel suo lavoro nell’azienda Sas Mariani di Seregno. Poi ci sono dei giorni che si trasforma e tira fuori dal suo armadio la tuta, la maschera e gli stivali: direzione gli ospedali della Lombardia (ma non solo) per donare un sorriso ai bambini che stanno attraversando il tunnel della malattia. Per quei piccoli sconosciuto Alex Maniscalco – 49enne di Muggiò – è un eroe. Il grande eroe della Marvel con il quale era cresciuto e si emozionato tante volte anche lo stesso Alex, fino a quando ha deciso che, impersonando il suo idolo d’infanzia, avrebbe potuto anche regalare sorrisi e gioia ai bambini.

L'inizio nei centri commerciali

“Tutto è nato per caso una decina di anni fa - racconta a MonzaToday -. Quando con un amico, appassionato come me di cosplay, ho iniziato ad esibirmi nei centri commerciali. Ma all’epoca il sogno di indossare il costume di Spider-Man non l’ho potuto realizzare, perché c’era già un'altra persona che lo impersonava. Io all’epoca indossavo il costume di Superman ed era una gioia vedere i bambini che si avvicinavano e si facevano fotografare”. Un amore per l’Uomo Ragno che Alex non ha mai accantonato, così che alcuni mesi fa ha deciso di farsi fare su misura quel costume e entrare, vestito da Spider-Man, nei reparti di pediatria degli ospedali lombardi.

Un supereroe in corsia

Quando i bambini camminano in corsia e lo intravedono è subito una festa. Indescrivibile, poi, la gioia che provano (e che prova lo stesso Alex) quando entra nelle stanze e incontra gli occhi sgranati di quei piccoli eroi. “In questi mesi ho incontrato tanti bambini e ragazzi - racconta -. Sono andato in visita negli ospedali di Bergamo, Brescia, al Buzzi di Milano, Lecco, Sesto San Giovanni, Alessandria, Cinisello Balsamo, Melegnano e tra pochi giorni sarò in trasferta anche a Piacenza”.

Un supereroe in corsia

Missione: far sognare

Si emoziona il supereroe brianzolo quando racconta quegli incontri speciali in corsia, soprattutto quando a corrergli incontro o a saltare sul letto sono i bambini che stanno affrontando patologie oncologiche. “Un incontro che, seppur breve, riesce a far dimenticare per un po’ la malattia - racconta -. Non solo al bambino ma anche ai suoi familiari che insieme a lui affrontano questa dura prova”. Tante le storie di vita che in questi mesi ha incontrato, i bimbi e i ragazzi che ha ascoltato, i selfie scattati e quegli abbracci stretti stretti che ha ricevuto. “Come dimenticare l’incontro a Milano con una bimba che aveva una seria patologia neurologica - continua -. Le ho dato la mano e la mamma mi ha detto di stringerla forte prima che cadesse e lei mi ha abbracciato forte forte. Un abbraccio che ancora oggi, ricordandolo, mi emoziona”.

Un risveglio con Spider-Man

Ma non solo. “Come dimenticare la storia del bambino che era appena stato operato di ernia e non si svegliava e quando, improvvisamente, ha aperto gli occhi e mi ha visto è saltato sul letto e mi ha abbracciato dalla gioia. O i ragazzini che si fanno i selfie. Per i più piccoli io sono il vero Spider-Man, per gli adolescenti sono una sorta di fratello maggiore con cui farsi una foto da condividere poi con gli amici”. In tutti i casi Alex è quel supereroe che riesce a portare una ventata di normalità in quel micro mondo fatto di malattia, speranza e lotta per la vita. “Io, in realtà, non mi sento un super eroe, ma dopo questi incontri in ospedale mi si riempie il cuore di belle emozioni. Sono felice di avere realizzato questo sogno, e di continuare a fare sognare tanti piccoli eroe. E se tutto questo è possibile devo dire grazie all’ingegner Mariani, il mio datore di lavoro, che ha subito abbracciato questa mia missione e che mi permette di poterla realizzare”.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Uomo Ragno è brianzolo: ecco chi è il supereroe che fa sognare i bambini
MonzaToday è in caricamento