Parte la campagna dei vaccini contro l'influenza, quest'anno saranno quadrivalenti

La Regione spende 7 milioni di euro per la campagna di vaccinazione. Presto i medici e i pediatri avranno il vaccino a disposizione

Immagine repertorio

Con un po' di ritardo rispetto al 2017, è stata avviata la campagna per invitare i lombardi a vaccinarsi contro l'influenza. La Regione ha investito 2 milioni di euro in più rispetto all'anno precedente, per una spesa complessiva di circa 7 milioni di euro. Il vaccino 2018-2019, secondo le indicazioni dell'Organizzazione mondiale della sanità, non sarà più trivalente ma quadrivalente. 

Come al solito la vaccinazione è consigliata in particolare per le persone sopra i 65 anni, le donne al secondo o terzo trimestre di gravidanza e chiunque sia a rischio di complicanze (per esempio chi soffre di malattie polmonari, cardiovascolari, metaboliche, tumore, immunodepressi). Allo stesso modo, la vaccinazione è raccomandata per gli operatori sanitari e per gli addetti a servizi di primario interesse pubblico.

Negli ultimi 4 anni, la copertura vaccinale contro l'influenza è del 47-48% per gli over 65, con un milione e 200 mila vaccinazioni eseguite in Lombardia nel 2017-2018 di cui oltre un milione ai soggetti over 65. "Una copertura che è importante far crescere", sottolinea l'assessore al welfare Giulio Gallera, "per questo invito tutti i soggetti più a rischio, le persone fragili, anziane e i bambini, a sottoporsi alla vaccinazione antinfluenzale". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elettra Lamborghini vuole ristrutturare casa e cerca su Instagram l'impresa più veloce

  • Festa in casa tra ragazzini mentre la nonna dorme ma arrivano i carabinieri: 17 multe

  • Dalla Brianza in dono un cucciolo per superare la morte improvvisa del piccolo Cairo

  • "Io apro", a Monza c'è chi è pronto ad accogliere al tavolo i clienti il 15 gennaio (nonostante i divieti) e chi no

  • Accoltella moglie in strada e inventa rapina, in casa droga: arrestato per tentato omicidio

  • L'inseguimento, l'ultima telefonata al padre e poi il suicidio: si indaga sulla morte di un 28enne di Lentate

Torna su
MonzaToday è in caricamento