rotate-mobile
Mercoledì, 29 Giugno 2022
Indagini e operazioni

Il magazzino brianzolo che vendeva vestiti di marca contraffatti: maxi sequestro

L'operazione delle guardia di finanza ha visto il sequestro di 38 mila capi d'abbigliamento

Giubbotti, magliette e capi d'abbigliamento che apparentemente sembravano di marca ma avevano un etichetta contraffatta. Maxi sequestro delle Fiamme Gialle del comando provinciale della guardia di finanza di Monza che hanno individuato e sequestrato, oltre 38 mila fra capi di abbigliamento, calzature, zaini, etichette e imballi, contraffatti, che riproducevano il brand “Franklin & Marshall”.

Le indagini

L’attività illecita è stata individuata grazie ad un controllo presso un esercizio all’ingrosso gestito da cittadini di origine cinese, rilevando la vendita di diversi stock di abbigliamento e calzature, riproducenti le caratteristiche del marchio sportswear ispirato agli sport universitari americani. In particolare, l’azione investigativa, è partita grazie al monitoraggio delle importazioni di prodotti di origine extracomunitaria che arrivavano dal porto di Genova e finalizzato a ricostruire la distribuzione e la commercializzazione sul territorio nazionale. Grazie al lavoro dei finanzieri e attraverso alcuni indizi colti dalle fiamme gialle attraverso l'analisi dei documenti e sopralluoghi, è stato individuato sia il punto vendita sia il magazzino di un distributore con base ad Agrate Brianza.

Monza, Guardia di Finanza, sequestro abbigliamento contraffatto-3

Nel corso della perquisizione successiva sono state rinvenute migliaia di confezioni di abbigliamento, calzature e zaini, stoccate in numerose scaffalature e, in alcuni casi, già pronte per essere inviate ai rivenditori finali. Gli articoli contraffatti sono stati immediatamente sequestrati e l’amministratore dell’impresa coinvolta deferito alla Procura della Repubblica di Monza per i reati di introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi, fabbricazione e commercio di beni realizzati usurpando titoli di proprietà industriale e ricettazione. L’azione dei finanzieri monzesi rientra nell’ormai ampio e consolidato piano di contrasto alla contraffazione, quale “moltiplicatore d’illegalità” che, oltre a danneggiare i titolari dei diritti, alimenta i circuiti sommersi del lavoro nero, dell’evasione fiscale, del riciclaggio, del crimine economico organizzato. 

Monza, Guardia di Finanza sequestra abbigliamento contraffatto-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il magazzino brianzolo che vendeva vestiti di marca contraffatti: maxi sequestro

MonzaToday è in caricamento