Attualità

Quando regalare il primo cellulare al figlio? In Brianza il Comune va in aiuto dei genitori

A Vimercate sottoscritto un patto: tre regole (redatte dagli esperti) per aiutare mamma e papà a non far cadere i figli nelle trappole della rete

Foto d'archivio

Qual è l’età giusta per consegnare il primo cellulare al proprio figlio? Una domanda che, soprattutto negli ultimi anni, attanaglia molti genitori. I rischi della rete sono numerosi, spesso profondi e difficili da percepire da un bambino o da un preadolescente, ma anche da un adulto poco avvezzo con il mondo di Internet. I recenti fatti di cronaca - con ragazzini che si sono suicidati entrando in particolari siti, o di ragazzi fragili bullizzati attraverso le chat - rende il quesito un dilemma da risolvere urgentemente. Affidandosi agli esperti.

A Vimercate a questa domanda risponde l’amministrazione comunale con  la firma del Patto di Comunità per l’Educazione Digitale in Preadolescenza “Qual è l'età giusta per dare uno smartphone a mio figlio o a mia figlia?” .

Da dove nasce il progetto

L’accordo, sottoscritto giovedì 10 giugno, nasce da un progetto di riflessione e di collaborazione tra ente, genitori, scuola, pediatri ed esperti della rete.  Un gruppo che ha sottoscritto una sorta di alleanza con le firme del sindaco Francesco Sartini, della presidente di Sloworking Vanessa Trapani, del direttore del Centro di Ricerca Benessere Digitale dell'Università di Milano-Bicocca professor Marco Gui,  e del medico pediatra Federica Zanetto, in rappresentanza dei medici che hanno collaborato al progetto.

L’educazione ai media è fondamentale, ma non basta perché quando l'età degli utilizzatori di pc, smartphone e tablet è troppo giovane non si è in grado di gestire autonomamente le dinamiche della rete.

Non è questione solo di imporre limitazioni o divieti: è fondamentale conoscere le dinamiche della rete, le responsabilità legali, le età consigliate per app e giochi, i rischi, i diritti e i doveri in rete. Questi temi sono stati discussi da un gruppo di genitori, che si è incontrato più volte negli scorsi mesi, con il coordinamento dell'Università Milano Bicocca, per confrontarsi sull’educazione digitale dei figli.

Le regole per il benessere digitale dei ragazzi

Alla fine è stato redatto una sorta di vademecum. O meglio tre regole fondamentali per assicurare un “benessere digitale” sia al ragazzo, sia ai genitori.

Prima regola attendere (almeno) fino alla seconda media per la consegna di uno smartphone personale connesso in rete.

Seconda regola partecipare con i figli a momenti di educazione digitale prima della consegna dello smartphone

Terza regola regolamentare l’utilizzo dello smartphone sottoscrivendo un accordo con i figli. Per esempio cellulare trasparente ai genitori fino a 14 anni; niente cellulare in camera o a tavola; utilizzo di app, social e giochi nel rispetto di leggi e indicazioni sulle età adatte.

Perchè attendere prima di consegnare il cellulare

Ma perché consegnare il primo cellulare non prima della seconda media. “Ci sono due motivi – spiega il professor Marco Gui -. Da un lato, i dati esistenti mostrano che chi riceve uno smartphone prima di quell'età ha - sul lungo periodo - performance scolastiche più basse. Dall’altro, ai genitori sembrava importante che l'entrata nella scuola secondaria di I grado, già difficile, non fosse gravata anche dal problema dello smartphone, oltre che si potesse permettere una socializzazione tra i nuovi compagni di classe libera dai gruppi whatsapp”.

Regole, progetti e formazione che verranno non solo sostenute ma anche divulgate dal Comune di Vimercate. Con la firma del Patto di collaborazione l’amministrazione si impegna a divulgarlo con la concessione di spazi pubblici per momenti informativi e formativi e la sua pubblicizzazione tramite i propri canali e presso le scuole.

Secondo l’indagine realizzata e pubblicata nel 2018 da “Save the Children” proprio nella fascia 6-10 anni, infatti, i bambini usano la connessione da casa nel 54% dei casi, le bambine nel 53%, percentuale che sale con il crescere dell’età, per aver il suo apice tra i 15 e i 17 anni, con rispettivamente il 93,5% delle ragazze e il 94,2% dei ragazzi connessi

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quando regalare il primo cellulare al figlio? In Brianza il Comune va in aiuto dei genitori

MonzaToday è in caricamento