Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cura della persona

Come rigenerare barba e capelli per un look sempre impeccabile

Dalla scelta dello shampoo e della spazzola, passando per i trattamenti ad hoc, ecco qualche utile consiglio per tornare ad avere barba e capelli luminosi e curati

L'estate è finita ormai da un po' ma, salsedine e cloro, hanno lasciato i tuoi capelli e la tua barba opachi, sfibrati e danneggiati. Con il cambio delle temperature, a questo si aggiunge anche la naturale caduta stagionale dei capelli. Un sos arriva da Simone Forini e Ivan Consolo, i Master di Barberino’s, la catena di barbershop italiana che sta rivoluzionando la professione del barbiere in Italia.

Ecco i loro consigli.

Un taglio per cominciare

Tra settembre e l'inizio d'ottobre è bene tagliare la barba e i capelli rovinati per una loro ricrescita sana. Come capire se è giunto il momento di tagliare? Inequivocabili indizi sono le doppie punte, la ruvidità, l’effetto crespo e la luminosità: se barba e capelli risultano spenti è necessario intervenire. Concediti magari ei trattamenti specifici, con panni caldi e massaggi cutanei con vibromassaggiatori per un rientro al lavoro più rilassato.

L'importanza degli impacchi

Chi ha particolarmente curato i suoi capelli durante l'estate, mantenendoli idratati, anziché tagliarli può ricorerre ad alcuni impacchi rinforzanti in grado di contrastare la caduta stagioonale dei capelli e di restituire loro morbidezza e luminosità. Pper ripristinare il film idrolipidico danneggiato dal sole il miglior alleato è l’olio di Argan. L’ideale è massaggiarlo su barba e capelli asciutti e lasciarlo in posa per almeno 30 minuti per poi applicare a secco lo shampoo, che solo dopo sarà emulsionato con l’acqua. Ripetere per 3 o 4 volte a settimana.

Scegli lo shampoo con attenzione 

Preferisci uno shampoo delicato dall'azione rinforzante e rinfoltente, meglio se con ingredienti naturali e minerali dall’effetto calmante che si prendono cura dei capelli e del cuoio capelluto senza danneggiarlo, ma apportando i nutrienti necessari al buon mantenimento dello strato epidermico. Assicurati di acquistare uno shampoo dal Ph bilanciato, intorno al 5-7 (se supera 10, infatti, la fibra si rovina e può subire seri danni).

Prenditi cura della barba

Affinché non abbia un aspetto incolto, duro e ruvido, la barba va curata anche a casa seguendo piccoli accorgimenti, come il lavaggio specifico ogni due o tre giorni e l’utilizzo di spazzola una volta al giorno. Il Ph della barba è diverso da quello del capello, ed è quindi buona regola usare shampoo e balsamo specifici. Per un look più sano e curato, inoltre, la migliore alleata è una spazzola in setole di cinghiale per muovere lungo tutta la lunghezza il suo naturale olio.

Evita il phon

Per non stressare ulteriormente i capelli già indeboliti dall’estate, è meglio preferire l’asciugatura al naturale rispetto a quella con il phon, che con la sua aggressività e poca naturalezza tende a seccare il capello. Quando il phon è indispensabile mantienilo ad almeno 15 cm di distanza, alternando diverse gradazioni di temperatura o cercando di restare su un calore intermedio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come rigenerare barba e capelli per un look sempre impeccabile

MonzaToday è in caricamento