rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Fitness

Perché il padel piace sempre di più alle donne?

Melissa Satta, Diletta Leotta, Federica Nargi, Viky Varga e Miriam Leone sono state conquistate dal padel, uno sport sempre più femminile

Il padel è lo sport del momento. A confermarlo non solo la sua continua crescita, ma anche i social, con i sempre più numerosi hashtag sui post che riguardano questo sport. Ad appassionarsi al padel, anche diverse celebrity come Melissa Satta, Viky Varga, e Miriam Leone. 

Non solo grazia ed eleganza, ma anche passione e determinazione: queste sono le donne nella quotidianità, nella vita e nello sport. Quest’ultimo, come abbiamo già detto, vede nel padel un universo femminile sempre più protagonista.

Ulteriori conferme sull’aumento delle quote rosa arrivano dal “padel business”, che solo in Italia conta oltre cinquemila campi (+8% rispetto al 2021). 

Il padel è sempre più femminile

Ad esprimersi per primo a riguardo è il noto quotidiano spagnolo El Pais, secondo il quale le donne occupano il 32% degli atleti della Federazione iberica. Per i nostri vicini francesi, invece, la fine del 2021 ha contato quasi duemila giocatrici classificate nel ranking nazionale, e nello stesso anno il 21% dei partecipanti dei 1248 tornei organizzatrici era una donna.

Non finisce qui: anche il giornale britannico The Guardian pubblica un articolo che parla dell’aumento delle donne, sia over 60 che più giovani, che praticano il padel in Italia. 

Anche France24 si interessa di donne italiane nel mondo padel. Un approfondimento a 360° svolto dall’emittente televisiva transalpina, infatti, dimostrerebbe che in Italia quasi 4 praticanti del padel su 10 ( il 35%), appartengono al gentil sesso. 

Come dicevamo, anche diverse celebrities femminili presenti su Instagram, hanno postato diversi video mentre si divertono a suon di colpi di padel. Alcuni nomi tra i più noti: Melissa Satta, Diletta Leotta, Federica Nargi, Viky Varga e Miriam Leone. 

Il padel, quindi, è uno sport sempre più apprezzato dalle donne. Questo è quello che emerge da alcune ricerche svolte da Espresso Communication per Z Padel Club, startup innovativa per la creazione di temporary club dove è possibile mangiare sano e praticare sport. 

Queste le parole del presidente Marco Maillaro: “Il padel è uno sport semplice, e proprio per questo risulta estremamente inclusivo. In quanto realtà di spicco del settore, abbiamo avuto modo di organizzare sia iniziative e lezioni formative per giocatrici amatoriali in compagnia di maestri qualificati sia tornei con atlete di livello internazionale nei nostri club temporary. Ma non è finita qui perché in futuro, in occasione delle prossime inaugurazioni, emergeranno nuove attività inclusive per avvicinare sempre più donne, appartenenti ad un target ampio, al mondo del padel”.  

Le parole dichiarate da Maillaro sono molto simili a quelle di Sarah Maestri, attrice e giocatrice amatoriale Babolat: “Sui campi vedo sempre più ragazze. Non conoscevo il padel e non avevo mai praticato sport di racchetta, ma l’ho trovato subito molto stimolante perché mi dà l’opportunità di muovermi e, soprattutto, di divertirmi. Io purtroppo ho avuto una grave polmonite bilaterale per via del Covid-19 e, proprio per questo, non godevo di ottima saturazione. La soluzione è stata il padel, disciplina grazie a cui sono tornata in forma. Oltre che essere molto divertente, è anche uno sport inclusivo, infatti, non è un caso che proprio attraverso il padel mi sono inserita al meglio in una metropoli come Milano, stringendo nuove conoscenze ed amicizie. Il mio augurio è che la percentuale di donne sui campi cresca ancora in futuro. Quest’anno ho avuto anche il piacere di organizzare il torneo Donne al centro, il cui ricavato è stato donato a sostegno di un’associazione contro la violenza di genere”. 

Il viaggio alla scoperta del mondo rosa appartenente al padel prosegue con ulteriori spunti dati dal sito andaluso Digital Sevilla, il quale approfondisce a 360° tutti i consigli utili per imparare a giocare a padel. Da questi approfondimenti emergono i tutorial che vedono come protagoniste sia giocatrici amatoriali che professioniste. la motivazione sta nel fatto che le donne, a differenza dell’uomo prediligono un gioco più strategico che basato sulla potenza, e quindi risulta più semplice apprendere i segreti del sport del momento. 

A rincarare la dose ci pensa El Espanol, affermando che l’edizione 2022 del World Padel Tour sarà unica nel suo genere grazie all’alto numero di tornei femminili mai organizzati prima.

In conclusione non poteva mancare l’opinione in merito di Cecilia D’Ambrosio, presidente della federazione monegasca di padel. Queste le sue parole: “Non è un caso che questa disciplina sia sempre più popolare tra le donne. La crescita del padel femminile può essere vista a tutti i livelli, sia dal punto di vista amatoriale sia a livello professionistico, dove il panel dei tornei femminili si sta sviluppando molto rapidamente. L’aumento della presenza rosa sui campi è determinato da diversi fattori. Il padel è uno sport divertente e può essere giocato anche a quattro: questo è un punto a favore delle donne perché adorano praticare discipline sportive di gruppo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perché il padel piace sempre di più alle donne?

MonzaToday è in caricamento