Monza Reale

Monza Reale

Suor Virginia e Gian Paolo Osio: la storia d’amore della Monaca di Monza

Una storia d’amore in piena regola, di quelle che si leggono nei romanzi: passionale, struggente, clandestina e non a lieto fine.

Un coup de foudre davvero da film quello fra Suor Virginia, la giovane Signora di Monza, e don Gian Paolo Osio, bello, ricco e dannato.

Il destino volle che la casa dell’Osio fosse confinante con il convento di Virginia, mettiamoci poi l’animo da dongiovanni di lui, la giovane età e l’innocenza di lei, e tutto fu esplosivo!

Nel 1597 Virginia aveva 21 anni quando Osio la conobbe: stava regalando della frutta del suo orto (decisamente regali d’altri tempi) all’educanda Isabella Hortensi per cercare di conquistarla e la maestra della ragazza, ovvero Virginia, lo rimproverò e segnalò l’accaduto. Dopo circa un mese avvenne il primo delitto: Osio uccise Giuseppe Molteni, collaboratore dell’amministratore dei beni dei De Leyva, e molto affezionato a Virginia. Egli cercò di farsi perdonare da lei ed iniziò un corteggiamento, come si suol dire, con i fiocchi: regali, lettere, suppliche, fino a farla innamorare. Ecco cosa diceva Virginia alla sua confidente Benedetta, mentre guardava il vicino di casa dalla finestrella del convento: “Si potrebbe mai vedere la più bella cosa?”. Era questo l’inizio di una grande passione…

Esplose così il grande amore di Virginia, disperata e preoccupata per quello che le stava succedendo, da come si legge in una testimonianza molto toccante del suo processo: “E perché avevo sentito dire che mangiandosi dello sterco di colui che amavasi tre notti, gli si sarebbe venuti in odio, io perciò mebbi a cibare del suo sterco e ne mangiai con fidigo e cipolle. Lo mangiai nel parlatoio piccolo. Altre mattine ne bevvi, sì che ebbi grande vomito”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il primo incontro clandestino fra Virginia e l’Osio non fu uno dei più romantici: lui la violentò alla presenza delle monache sue complici, Benedetta ed Ottavia. La violenza subita però non impedì a Virginia di provare una passione sfrenata per quell’uomo, che durò per ben dieci anni.

CONTINUA A LEGGERE SUL BLOG “MONZA REALE”

Monza Reale

Per far diventare Monza una città più viva. Una città da amare.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento