Brianza classica e il volto femminile della musica

Il 20 gennaio a Carnate ha inizio la XV edizione di Brianza Classica, il Festival di musica cameristica diretto dal Maestro Giorgio Matteoli che, da 15 anni, promuove la musica classica sul territorio delle Province di Monza e Brianza e di Lecco

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MonzaToday

Brianza Classica spegne la quindicesima candelina, dando il via al I tempo della XV edizione, dal titolo “Il volto femminile della musica”: 14 i concerti in cartellone da gennaio a giugno, per 14 Comuni coinvolti (8 nella Provincia di Monza e Brianza, 6 in quella di Lecco). Il fil rouge che attraversa la programmazione è il tema della figura femminile nella musica: un omaggio a musiciste, compositrici, donne celebri, e a tutto il mondo femminile che nel corso della storia umana è stato e purtroppo spesso è ancora messo nell’ombra, subendo giochi di forza e di potere.

Tra le ospitalità, artisti nazionali ed internazionali che eseguiranno una gran varietà di repertori nell’ottica di esplorare l’universo della musica classica nelle sue diverse accezioni. Anche per questa edizione il Festival propone al pubblico concerti completamente gratuiti, nell’intenzione di diffondere la conoscenza della musica classica sul territorio e renderla accessibile a tutti. Il primo appuntamento è sabato 20 gennaio a Carnate alle 20.30, presso la Chiesa dei Santi Cornelio e Cipriano, con il concerto “Madame la Harpe!” che vedrà protagonista il Duo Davide Burani (arpa) - Stefano Pellini (organo): un concerto dalle sonorità decisamente insolite ed affascinanti per uno strumento “femminile” per eccellenza, calibrato sull’antico organo presente nella Chiesa.

Il programma comprende, tra gli altri, brani molto celebri di Johann Sebastian Bach (quale il corale “Jesu bleibet meine Freude” dalla Cantata BWV 147 nella versione per arpa e organo) e il bellissimo Concerto per arpa e orchestra in Si bemolle maggiore op. 4 n.6 di Haendel.

Ingresso gratuito con prenotazione consigliata su www.brianzaclassica.it.

Torna su
MonzaToday è in caricamento