Casa per le vacanze: tutti i consigli per affittarla

Hai una seconda casa al mare o in montagna, e vorresti affittarla durante l'estate? Ecco i consigli per farlo al meglio

Vivi a Monza o in provincia, ma hai una seconda casa in una località di mare o di montagna? Se quest'anno hai deciso di non utilizzarla, o non puoi andarci se non per qualche giorno, una buona idea è quella di metterla in affitto: un modo per monetizzare, specie in un periodo storico in cui - molti turisti - agli alberghi preferiscono proprio le case in affitto.

Come fare, dunque, per affittare una casa vacanze? Scopriamolo insieme.

Come rendere appetibile una casa vacanze

Se si ha una casa vacanza e si vuole affittare, per avere il massimo dei proventi, bisogna rispettare alcune regole.

Il mercato delle case vacanze si svolge soprattutto su Internet, per questo bisogna essere presenti sui principali portali per raggiungere il maggior numero di possibili ospiti. Inoltre, bisogna avere un tariffario trasparente che varia in base alle stagioni.

Dare una casa a dei turisti vuol dire anche garantirgli dei servizi, quindi bisogna essere reperibili in ogni momento e curare particolarmente la manutenzione per una casa efficiente e funzionale.

Se l'appartamento si trova all’interno di un condominio, meglio far stampare un regolamento da consegnare agli ospiti al loro arrivo, così da rispettare gli spazi comuni e gli orari di silenzio.

Per i turisti la vacanza deve essere rilassante e quindi devono trovare un ambiente accogliente, arredato con tutti i comfort e un locatore in grado di fornire suggerimenti su possibili luoghi da visitare o strutture caratteristiche da scoprire. In questo modo gli ospiti saranno invogliati a tornare e a lasciare feedback positivi in rete.

Come affittare la casa vacanze

Quando si affitta un immobile, per essere in piena regola, bisogna far riferimento alla normativa regionale. A differenza del bed & breakfast non corrisponde alla prima abitazione, ma ad una seconda casa, quindi è un’attività imprenditoriale occasionale con leggi specifiche.

In questo caso si deve segnalare l’intenzione di affittare l’immobile con la SCIA: segnalazione di inizio attività al Comune.

Inoltre, per garantire gli acquirenti, bisogna assicurare la trasparenza dei prezzi, sottoscrivere polizze di sicurezza ed effettuare denuncia alla questura.

Il contratto per la casa vacanze

L'affitto della casa vacanza comporta la stipula di un contratto. Nel caso in cui gli affitti durino meno di 30 giorni, non serve registrarlo: diversamente bisognerò farlo in caso di affitti superiori al mese. 

Aspetti fiscali della casa vacanze

Anche a livello fiscale ci sono delle differenze nella gestione della casa. Se questa viene gestita in forma non imprenditoriale i guadagni possono essere inseriti nella dichiarazione dei redditi, se invece è un’attività imprenditoriale bisogna avere una partita IVA.

In quest'ultimo caso se il contratto è inferiore a 30 giorni, si può applicare la cedolare secca nella dichiarazione dei redditi.

Per quanto riguarda la tassa di soggiorno, se questa è applicata nel comune d’appartenenza, deve essere aggiunta anche alla casa vacanze nel momento in cui si affitta.

Prodotti online per affittare una casa vacanza

Affitta e fai conoscere con internet la tua casa vacanza e B&B

Affittare casa ai turisti

Poltrona pouf letto singolo

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come addobbare l'albero di Natale in base allo stile che più si ama

  • Piccoli trucchi per ridurre l'inquinamento domestico all'interno della propria abitazione

  • Perché dovresti stendere i tuoi panni all'aperto anche in inverno

Torna su
MonzaToday è in caricamento