rotate-mobile
Vendita e Affitto

Perché acquistare una casa in nuda proprietà è vantaggioso?

Comprare casa in nuda proprietà consente di risparmiare, ma non è una soluzione che fa per tutti

Acquistare casa è un po' il sogno di tutti. Tuttavia, orientarsi non è facile. Non solo bisogna pensare ad un budget e alla grandezza ideale: visionando le varie offerte, ci si imbatterà in soluzioni molto diverse tra loro. Ad esempio, hai mai sentito parlare di nuda proprietà?

La nuda proprietà consiste nell’acquisto di un immobile senza la possibilità di usufruire, in quel momento, del diritto reale di godimento. In sostanza, si acquista casa ma non ci si può andare a vivere nell'immediato. È dunque una formula che guarda al futuro: la spesa per la casa è ridotta rispetto ad altre soluzioni, ma si può usufruire dell'immobile in un momento successivo.

Nuda proprietà, come funziona

La nuda proprietà non va confusa con l'usufrutto: la nuda proprietà è il diritto oggetto della compravendita immobiliare, l'usufrutto è il diritto che il venditore mantiene sull'immobile di cui vende la nuda proprietà. Per vendere casa in nuda proprietà, bisogna dunque sottrarre al valore dell'immobile il valore dell'usufrutto.

L’usufruttuario potrà incassare quanto pattuito con la cessione, continuando ad abitare nella casa. Oppure, potrà riscuotere l’affitto nell’ipotesi di locazione a soggetti terzi.

Usufrutto e nuda proprietà sono due infatti facce della stessa medaglia.

Il vantaggio per l'acquirente

Chi acquista casa in nuda proprietà ha un vantaggio: va a comprare ad un prezzo più basso rispetto a quello che formule immobiliari differenti comportano. Questo perché la proprietà non può essere sfruttata nell'immediato. 

La soluzione è dunque l'ideale per un papà o una mamma che vogliono acquistare casa per un figlio ancora minorenne, affinché possa sfruttarla in futuro.

Il possesso della nuda proprietà

Vita natural durante: è questa la condizione da rispettare quando si acquista una nuda proprietà. Nel momento in cui il venditore dell’immobile muore, l’acquirente ne diventa il proprietario. Ma ci sono alcune eccezioni.

Il nudo proprietario può subentrare quando:

  • l'usufruttuario non utilizza l’abitazione per almeno 20 anni
  • l'immobile subisce una distruzione parziale o totale
  • si accerta un abuso da parte dell’usufruttuario

Cosa valutare 

La prima cosa a cui fare attenzione è l'etò del venditore: più è anziano, più il prezzo di vendita sale in quanto l’usufrutto tende ad essere più breve.

L'acquisto della casa deve avvenire come per una normale compravendita, rivolgendosi ad un notaio. Il pagamento potrà avvenire in un'unica soluzione oppure a rate, a patto che le parti si mettano d'accordo.

Sul fronte delle spese, la manutenzione ordinaria è a carico dell’usufruttuario, mentre quella straordinaria è competenza del nudo proprietario. L'usufrutturario dovrà pagare anche le tasse comunali (Irpef, Imu e Tari).

Come si calcola il prezzo 

Per calcolare la nuda proprietà, è necessario essere in possesso della valutazione di un professionista. A questo prezzo, poi, si applica un coefficiente che dipende dall’età dell’usufruttuario. Tutti i coefficienti sono decisi a cadenza periodica dal Ministero dell’Economia, basandosi sull'aspettativa di vita in Italia e dal tasso di interesse legale in vigore in quel momento.

Prodotti online

Usufrutto e nuda proprietà

Nuda proprietà

Investire nelle Nude Proprietà

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perché acquistare una casa in nuda proprietà è vantaggioso?

MonzaToday è in caricamento