rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Ristrutturare

Come utilizzare le piastrelle diamantate in bagno e in cucina

Tipiche di inizio Novecento, le piastrelle diamantate sono tornate in auge. Ecco tutto ciò che c'è da sapere

Tra i rivestimenti più amati per il bagno e la cucina, le piastrelle in ceramica sono resistenti e antibatteriche.

Tra le infinite varietà di versioni, una è tornata in voga dal passato: le piastrelle diamantate, dal sapore vintage e perfette per creare contrasto in un ambiente contemporaneo.

Cosa sono le piastrelle diamantate

Rettangolari e generalmente bianche, le piastrelle diamantate non venivano inizialmente utilizzate nei contesti domestici. Decoravano anzi le pareti delle stazioni metro di Londra e di Parigi. Solo successivamente, agli inizi del Novecento, sono entrate nelle abitazioni come rivestimento per bagni e cucine. 

A caratterizzarle è la superficie in rilievo, i cui bordi smussati danno alla piastrella l'aspetto di un diamante. Oltre ad una spiccata luminosità, perfetta per dare luce all'ambiente in cui vengono inserite.

Le caratteristiche

Contraddistinte dalla finitura lucida, le piastrelle diamantate sono in genere rettangolari (ma ne esistono anche di quadrate).

Attualmente disponibili in differenti colori adatti al gusto e allo stile di ogni casa, in origine le più utilizzate erano bianche oppure nere (oggi negli appartamenti si possono trovare piastrelle nelle nuance pastello come il beige, il celeste o il verde). Immancabile è l’abbinamento con le fughe a contrasto, per farle risaltare al meglio.

Come posare le piastrelle diamantate

Versatili e adatte ad ogni ambiente, le piastrelle diamantate regalano risultati differenti a seconda di come vengono posate:

  • posa classica: le piastrelle vengono disposte in orizzontale ma sfalsate per ricreare l’effetto di una parete di mattoncini
  • piastrelle sovrapposte: le piastrelle vengono disposte una sopra l’altra, simmetricamente
  • a lisca di pesce, pensate per chi vuole dare un aspetto più moderno alla parete

Come utilizzare le piastrelle diamantate in bagno

Perfette per regalare luminosità all'interno del bagno, e per farlo sembrare più grande, le piastrelle diamantate possono essere qui posate secondo la posa classica e abbinate a rivestimenti moderni come la cementite.

Accostare una parete tinteggiata in blu o in verde ad un muro rivestito con piastrelle diamantate bianche mette in risalto l’aspetto del rivestimento stesso, conferendo uno stile contemporaneo al bagno.

Come utilizzare le piastrelle diamantate in cucina

In cucina le piastrelle diamantate vengono utilizzate soprattutto come paraschizzi. È possibile regalare carattere all’ambiente scegliendo la posa a spina di pesce oppure, per un effetto retrò, puntare sulla posa classica da abbinare a mobili tradizionali. Decidere di utilizzare le piastrelle total whithe, poi, è la mossa giusta per conferire all’ambiente un tono elegante e raffinato.

Chi ha voglia di giocare con le forme, infine, può inserire le piastrelle bianche in una cornice di piastrelle nere. 

Prodotti online

Piastrelle diamantate bianche

Piastrelle diamantate nere

Piastrelle adesive

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come utilizzare le piastrelle diamantate in bagno e in cucina

MonzaToday è in caricamento