Trucchi e prodotti per pulire il vetro senza lasciare aloni

Pulire i vetri senza lasciare aloni? È possibile: basta evitare sgrassatore & co. e utilizzare prodotti naturali e qualche piccolo trucco. Ecco come

Foto di StockSnap da Pixabay

Quando sono sporchi e pieni di aloni, i vetri balzano subito agli occhi e danno un’immagine poco curata della casa.

Rendere perfettamente pulita una superficie delicata come quella vetrata, o a specchio, del resto non è poi proprio semplice. Per evitare che macchie e aloni rimangano è fondamentale utilizzare il metodo di pulizia e i detergenti adeguati, evitando di impiegare sgrassatore o prodotti simili che renderebbero il vetro alonato. E se i detergenti che esistono in commercio sono perfetti per una rapida pulizia del vetro, spesso non riescono comunque ad eliminare il problema degli aloni. Come fare, dunque? Ricorrendo a metodi tradizionali che, oltre ad essere naturali ed economici, garantiscono risultati eccellenti eliminando le macchie più difficili.

Vediamo insieme cosa occorre per una pulizia dei vetri artigianale e come eseguirla.

  • Alcool isopropilico

  • Catino con acqua tiepida

  • Carta di giornale o carta assorbente

  • Panno in microfibra

  • Ammoniaca

  • Aceto bianco distillato

  • Guanti

Prima di iniziare con la pulizia vera e propria, conviene eliminare tutti i residui di sporco e polvere utilizzando un panno in microfibra pulito, iniziando dai lati esterni e proseguendo verso il centro (se i vetri risultassero particolarmente sporchi, si può inumidire il panno nell’acqua tiepida). 

A questo punto è il momento di preparare una miscela che andrà a sostituire la maggior parte dei detersivi in commercio. Si mescolano in un litro d’acqua mezzo bicchiere di aceto bianco distillato e dell’alcool isopropilico nella misura del 3% (se non si va matti per l’odore di aceto lo si può sostituire con l’ammoniaca aggiungendone un tappo, sempre in un litro d’acqua). Queste due soluzioni si possono applicare tramite un flacone spray, oppure imbevendo uno straccio: l’importante è usare sempre dei guanti di gomma, al fine di proteggere le mani da screpolature o dall’odore di aceto e ammoniaca.

Una volta applicata la soluzione sui vetri, si andrà a pulirli con dei fogli di carta appallottolati, creando dei cerchi nella parte interna e movimenti verticali in quella esterna. I fogli di giornale, grazie al petrolio contenuto, riescono ad assorbire e smacchiare perfettamente i vetri. In alternativa, si possono utilizzare dei fogli di carta assorbente, anch’essi ideali per questo tipo di pulizia.

Prodotti e accessori per lavare i tuoi vetri a Monza

Acqua e Sapone - via Premuda 2/b

Tigotà - via Buonarroti 85

 RisparmioCasa - via Borgazzi 187

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come addobbare l'albero di Natale in base allo stile che più si ama

  • Piccoli trucchi per ridurre l'inquinamento domestico all'interno della propria abitazione

  • Perché dovresti stendere i tuoi panni all'aperto anche in inverno

Torna su
MonzaToday è in caricamento