Che cos’è il ripostiglio aereo e perchè è utile costruirlo

Lo spazio in casa non ti basta, ma non puoi ricavare alcuno sgabuzzino dai tuoi ambienti? La soluzione esiste, ed è il ripostiglio aereo. Ecco come realizzarlo

Foto di Pexels da Pixabay

Sappiamo bene che lo spazio in casa non è mai sufficiente, in modo particolare per chi vive in appartamenti piccoli dove non esiste un vero e proprio sgabuzzino, ed è un vero problema creare ed organizzare lo spazio necessario per gli oggetti che non vengono utilizzati quotidianamente. La soluzione però esiste, e si chiama ripostiglio aereo. In cosa consiste? In uno spazio creato e collocato in alto per non rubare volume alle stanze.

Se si ha una buona manualità, creare un ripostiglio aereo è un’operazione fattibile anche col fai da te. Si tratta infatti di costruire un vano appena sotto il solaio, racchiuso tra le pareti esistenti, con uno sportello nel suo lato visibile. 

Come realizzare un ripostiglio aereo

La prima cosa da fare è costruire un telaio di sostegno utilizzando dei profili in legno, oppure adottando una soluzione più professionale, profili metallici in lamiera zincata che verranno poi fissati al muro tramite tasselli a espansione o barre filettate. 

Quando la struttura è terminata, si può procedere con la realizzazione del piano di posa, che potrà essere in legno o addirittura in cartongesso. Per completare il soppalco sarà infine necessario un pannello, sempre in legno o in cartongesso, che andrà a rivestire la parte inferiore coprendo l’intelaiatura, ultimando il lavoro creando una botola dotata magari di una scala retrattile, se ce ne fossee possibilità.

Realizzare il ripostiglio aereo in cartongesso è senza dubbio la scelta più elegante per la casa, in quanto a differenza del legno rimane meno impattante e offre inoltre la possibilità di montare nel suo lato inferiore dei faretti a led che andranno ad impreziosire l’estetica dell’appartamento.

I vincoli per la realizzazione di un ripostiglio aereo

Naturalmente questo tipo di lavoro è soggetto a vincoli, soprattutto dove è previsto l’abbassamento del soffitto. Vi sono infatti requisiti minimi di altezza da rispettare per non perdere l’abitabilità del locale. In locali principali come camera, soggiorno, studio e cucina l’altezza minima è di 270 centimetri, mentre per i locali accessori l’altezza minima da rispettare è di 240 centimetri.

Si consiglia dunque di valutare attentamente l’altezza del locale in cui si vuole realizzare il ripostiglio aereo, che dovrà avere una capienza sufficiente alla sua funzione. Il parere degli esperti è quello realizzare il vano nei locali che consentono una minore altezza, così da avere a disposizione più spazio possibile.  

Ripostiglio aereo a Monza: a chi rivolgersi

Fratelli De Carlini - via Villoresi 10

Impresa Milesi - via Oslavia 2

Edilbergamasca - via Sardegna, 63/B

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Soluzioni e consigli per creare una stanza in più in casa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento