Sicurezza

Stanze fresche senza l'aria condizionata, ecco come fare

Dai giusti pigiama e le lenzuola più adatte fino al trucco del ventilatore, ecco come tenere fresca la camera da letto anche senza condizionatore

Dormire con un caldo che soffoca non è confortevole, e neppure salutare. E tenere le finestre aperte, specialmente se si vive al piano terra, non fa stare al sicuro. Come tenere dunque le stanze al fresco, se non si ha un impianto di aria condizionata?

I consigli per stanze fresche senza aria condizionata

Il primo consiglio è tenere le tapparelle abbassate, per impedire che la stanza sia completamente esposta al sole. Questo nelle ore più calde. Nelle ore più fresche, la mattina molto presto e la sera dopo il tramonto, è invece consigliabile alzarle. Se poi la camera ha un piccolo balcone o un terrazzo, montando una tenda oppure un ombrellone si guadagna ombra. Le classiche tende da finestra, invece, dovrebbero sempre essere bianche.

Esistono però tanti altri piccoli accorgimenti per stanze fresche senza aria condizionata. Innanzitutto, è bene non tenere gli elettrodomestici troppo accesi (a cominciare dal forno) e fare il più possibile a meno della luce artificiale. La doccia e il bucato bisognerebbe sempre farli nelle ore più fresche, per evitare di creare condensa e dunque umidità. Ma, e questo non tutti lo sanno, anche il pc e il cellulare come ogni altro elettrodomestico producono calore: tenerli fuori dalla camera da letto diventa fondamentale.

Infine, è meglio scegliere lenzuola in cotone e pigiami anch'essi in cotone oppure in lino. Ed è possibile anche mettere in pratica un piccolo trucco: riempire una scodella d'acqua fresca e tanto ghiaccio, e posizionarla davanti al ventilatore, produce una nebulizzazione molto simile al getto dell'aria condizionata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stanze fresche senza l'aria condizionata, ecco come fare

MonzaToday è in caricamento