Dal Decreto Sostegno al Bonus Energia, a chi spetta uno sconto in bolletta

Tutti i sostegni previsti dal Governo per ottenere uno sconto in bolletta, e l'elenco della documentazione da presentare

Approvato in Gazzetta Ufficiale il 19 marzo 2021, e firmato dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, il nuovo Decreto Sostegni emanato per l’emergenza Covid-19 prevede diverse novità. Oltre ai nuovi contributi a fondo perduto, lo stralcio delle cartelle esattoriali, la proroga della cassa integrazione Covid, e al prolungamento del blocco licenziamenti, è previsto uno sconto sulle bollette elettriche di 600 milioni di euro totali per il trimestre aprile/giugno, affiancato da uno sconto del 30% sul canone Rai per tutto il 2021. 

La riduzione delle spese riguarda le utenze elettriche connesse in bassa tensione, diverse dagli usi domestici e identificate come trasporto e gestione del contatore e oneri generali di sistema. L’Autorità è dunque chiamata a rivedere in via transitoria le tariffe di distribuzione di misure dell'energia elettrica e le componendi a copertura degli oneri generali di sistema, da applicare dall'1 aprile al 30 giugno.

In affiancamento a questo provvedimento si prevede anche una riduzione del 30% del Canone Rai per le strutture ricettive nonché per le attività di somministrazione e consumo di bevande in locali pubblici o aperti al pubblico (per alberghi e bar, in sostanza).

E per le case?

Gli aiuti per le famiglie

Anche per le utenze domestiche è previsto un bonus, che non dipende dal Decreto Sostegni e che è riservato alle famiglie in condizioni di disagio economico o fisico e ai nuclei numerosi.

Inserito dal Governo e messo in vigore dai Comuni, il Bonus Energia garantisce uno sconto sulle bolletta luce e gas alle famiglie aventi i requisiti richiesti. 

Per presentare la domanda, in caso di nuclei numerosi, è necessario:

  • Compilare il modulo A per nuova domanda o rinnovo negli spazi relativi alla fornitura luce o gas

  • Avere un'attestazione ISEE valida

  • Allegare il codice fiscale di tutti i componenti del nucleo ISEE

  • Allegare il modulo FN (famiglia numerosa) se l’ISEE è tra 8.265 e 20.000 €

  • Fornire copia del documento d’identità 

  • Fornire copia delle bolletta luce e gas e il codice POD della fornitura elettrica, la potenza impegnata e il codice PDR per la fornitura del gas

In caso di disagio fisico bisogna presentare il modulo B con certificato ASL che dichiara la necessità di utilizzo di apparecchiature mediche, l'indicazione della tipologia di apparecchiatura, l'indirizzo di installazione e la data d'inizio dell'uso dell'apparecchiatura.

Tutta la documentazione deve essere consegnate al comune di residenza.

Quali sono i requisiti? Per le condizioni di disagio fisico è necessario che un componente del nucleo familiare utilizzi un'apparecchiatura salvavita. Per le condizioni di disagio economico e per le famiglie numerose, è necessario avere un indicatore ISEE inferiore a 8107,5 € o più di 3 figli a carico con indicatore ISEE inferiore a 20.000 €.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonus verde 2021: come ottenerlo e per cosa può essere utilizzato

  • Odori in cucina, come eliminarli in modo naturale

  • Come pulire casa utilizzando l'aceto

Torna su
MonzaToday è in caricamento