menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'abbandono abusivo ripreso dalla telecamera

L'abbandono abusivo ripreso dalla telecamera

Scarica rifiuti dal taxi e li abbandona ma le telecamere lo incastrano: 700 euro di multa

Succede a Monza dove grazie alle telecamere mobili sono stati sanzionati diversi cittadini responsabili di abbandoni abusivi

Il taxi che accosta a bordo strada, l'autista che scende e apre la portiera del lato passeggero posteriore. Anzichè far scedere un cliente però dall'abitazolo l'uomo scarica due pneumatici e li abbandona a bordo strada, insieme ai guanti usati per scaricare i copertoni senza sporcarsi le mani. 

A riprendere l'intera scena e a far quindi arrivare una sanzione al responsabile è stata una delle telecamere installate in città e il tassista ora dovrà pagare una multa di 700 euro. Da dicembre a febbraio, grazie alle immagini delle videocamere mobili, sono state accertate 22 violazioni amministrative e 3 notizie di reato nei confronti di chi ha scaricato in strada materiale non autorizzato in violazione al TUA (Testo Unico Ambientale) e al nuovo regolamento di Polizia Urbana. “Siamo consapevoli che in città ci siano alcune situazioni di degrado, anche grazie alle segnalazioni di gruppi di cittadini che presidiano il territorio, spiega l’Assessore alla Sicurezza Federico Arena.

VIDEO - L'abbandono dei rifiuti ripreso dalla telecamera

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Le videocamere mobili installate in diverse aree critiche sono uno strumento decisivo per individuare e sanzionare l'abbandono dei rifiuti sul territorio della città. Questo sistema ci permette non solo di sanzionare, ma anche di sensibilizzare e alzare il livello di attenzione. I dispositivi attivi per il controllo dello smaltimento non autorizzato dei rifiuti, al momento, sono tre e sono utilizzati per monitorare la situazione delle aree più sensibili”.

L’Amministrazione Comunale ha investito sul Bilancio 2020 75 mila euro in manutenzione straordinaria e implementazione tecnologica del sistema di videosorveglianza. “Il project sull’illuminazione pubblica – sottolinea l’Assessore - prevede la sostituzione di tutte le telecamere sul territorio e la creazione di un’infrastruttura efficace che permetterà una piena efficienza del sistema. Purtroppo, diversi ritardi burocratici e controversie tra i partecipanti hanno rallentato i tempi. Anche per questo abbiamo deciso di non stare fermi: già nel 2020 abbiamo iniziato con questo stanziamento di risorse e in questa fase di programmazione del Bilancio 2021 stiamo definendo ulteriori investimenti”.

Rifiuti, cosa si rischia con l’abbandono

Quando l'abbandono di rifiuti riguarda un'impresa il titolare è punito con la pena da 3 mesi a 1 anno o con l’ammenda da 2.600 a 26.000 euro se si tratta di rifiuti non pericolosi. Nel caso, invece, di abbandono di rifiuti pericolosi la pena sale da un minimo di 6 mesi a un massimo 2 anni e l’ammenda da 2.600 a 26.000 euro. Nel caso di privati, l'abbandono è punito con la sanzione amministrativa di 600 euro prevista dal Testo Unico Ambientale o 100 euro dal Nuovo Regolamento di Polizia Urbana.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Cinque cose insolite da vedere in Brianza

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento