Abusi su detenuti a San Vittore, chiesti 14 anni e 8 mesi per Don Barin

Il cappellano del carcere è originario di DEsio: avrebbe abusato sessualmente di detenuti ed ex carcerati, tutti extracomunitari, in cambio di piccoli favori

Una condanna a 14 anni e otto mesi di reclusione per violenza sessuale che il processo con rito abbreviato potrebbe ridurre anche di un terzo.

E’ questa la pena richiesta per l’ex cappellano di San Vittore Don Alberto Barin, originario di Desio, accusato di avere abusato di 12 extracomunitari detenuti ed ex detenuti in cambio di piccoli favori.

A incastrare il cappellano 51enne e a documentare gli abusi che compiva sui carcerati dal 2008 sono state le telecamere della casa circondariale.

Le indagini hanno poi rivelato che Don Barin per accertarsi che non arrivasse nessuno mentre abusava dei detenuti si serviva anche di uno specchietto retrovisore.

La prossima udienza del processo che lo vede imputato ci sarà il 4 febbraio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • Salute Donna e il San Gerardo piangono la morte di Licia, l'infermiera dal cuore buono

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Passa con il rosso e si scontra con un'auto poi la Seat finisce contro muro e prende fuoco

Torna su
MonzaToday è in caricamento