Cronaca Giussano

Si lamentano per l’acqua sul balcone: accoltellati dal vicino

L’aggressore, un uomo di quarant’anni, si è scagliato contro un inquilino sessantenne e un suo ospite. A scatenare l’ira del quarantenne è stata la richiesta della vittima di non far cadere l’acqua delle piante sul balcone

La loro unica colpa è stata chiedere a quell’inquilino con l’amore per le piante di fare attenzione. Con toni garbati e moderati, che evidentemente non sono bastati ad evitare la reazione dell’uomo, che li ha accoltellati entrambi. 

Scene di follia in un condominio di Giussano, teatro di una violenta aggressione contro un sessantenne e un suo amico trentottenne.

La furibonda lite condominiale è scoppiata quando le due vittime si sono presentate alla porta del loro aggressore, un artigiano quarantenne incensurato, per chiedergli di non far cadere l’acqua delle piante sul balcone del piano di sotto. 

A quel punto, la reazione dell’uomo è stata inaspettata. Prima ha spinto, insultato e aggredito il sessantenne e il suo ospite. Poi, non contento, è tornato in casa, ha afferrato un coltello da cucina e si è scagliato contro i due. 

Fortunatamente, nessuno dei due è rimasto ferito in maniera grave, con il più anziano che ha riportato un taglio al fianco sinistro e il trentottenne che è stato curato per una ferita all’emitorace.

Il quarantenne, invece, è stato fermato dai carabinieri di Seregno che lo hanno arrestato. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si lamentano per l’acqua sul balcone: accoltellati dal vicino

MonzaToday è in caricamento