rotate-mobile
Martedì, 27 Settembre 2022
accoltellamento / Centro Storico

Accoltellato un 19enne nella via della movida: indagati due ragazzi

Una serata alcolica e una parola di troppo hanno scatenato quella che si sarebbe potuta trasformare in una tragedia

Dopo 3 mesi di indagini sono stati indagati due 30enni che lo scorso 1 maggio avrebbero accoltellato a Monza un 19enne in seguito a una lite per futili motivi. Ieri mattina, martedì 9 agosto, gli agenti della Squadra mobile della questura di Monza - delegati dalla procura della Repubblica - hanno eseguito le perquisizioni domiciliari di due giovani ritenuti i presunti colpevoli di quell'episodio. Gli agenti hanno sequestrato anche  i vestiti che indossavano i due giovani quella sera, e acquisito ulteriori elementi a riscontro del delineato quadro probatorio. Gli indagati sono due 30enni uno residente a Monza (pregiudicato per reati contro la persona ed in materia di sostanze stupefacenti), l’altro a Brugherio (incensurato, a piede libero). Dovranno rispondere di lesioni aggravate dall’uso del coltello.

Venti giorni di prognosi

I fatti risalgono alla notte dell'1 maggio. A Monza nei pressi di via Bergamo un ragazzo di 19 anni residente a Brugherio, mentre era nel centro di Monza insieme ad alcuni amici, è stato aggredito con calci, pugni e una coltellata alla schiena da alcuni ragazzi che arrivavano in auto. Il giovane, trasferito in ospedale in codice rosso, veniva ricoverato con una prognosi provvisoria di 20 giorni.  Secondo le informazioni fornite dalla questura di Monza all'origine del gesto ci sarebbe una lite per futili motivi tra i presunti aggressori e la vittima.

L'aggressione

Dalle testimonianze raccolte la sera stessa la vittima dopo una serata alcolica in centro, si dirigeva a piedi verso via Bergamo quando un'auto che procedeva ad alta velocità lo avrebbe sfiorato. Il giovane avrebbe inveito contro l'automobilista che si sarebbe poi fermato e sceso insieme a un passeggero avrebbe colpito il 19enne con calci e pugni facendolo cadere in terra e facendogli perdere i sensi. Nel frattempo alcuni passanti avrebbero cercato di placare gli animi ma - sempre secondo le informazioni fornite dalla questura monzese - l'aggressore avrebbe estratto un coltello con il quale la vittima è stata ferita L'aggressore ha poi preso dall'auto un bastone in acciaio e ha minacciato i passanti che provavano a calmarlo. Risaliti in auto i due giovani si sono dati alla fuga in direzione corso Milano.  Grazie all'analisi delle immagini delle telecamere del comune di Monza e dei privati, e alle testimonianze dei presenti gli investigatori sono riusciti a ricostruire la dinamica dell'accaduto constatando che i due aggressori dopo aver accoltellato il 19enne avrebbero continuato l’aggressione contro gli amici del ferito lungo via Azzone Visconti, noncuranti del traffico e dei passanti. 

L'appello del questore

“Ancora una volta il territorio ha parlato ed ha avuto la risposta che la comunità attendeva - ha commentato il questore Marco Odorisio, che nei confronti dei due indagati ha disposto l’avvio da parte della divisione Ufficio polizia anticrimine dei relativi procedimenti per l’applicazione delle misure di prevenzione e di sicurezza -. Quanto accaduto deve far riflettere perché non può una serata in compagnia trasformarsi in un grave fatto di sangue con un giovane colpito alla schiena da una coltellata. Ancora una volta, come accertato, ricorre l’abuso di bevande alcoliche che unite ad una parola o ad un gesto di troppo, potevano trasformarsi in tragedia. L’invito è quello di essere sempre consapevoli sia nei momenti di divertimento che di socialità”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accoltellato un 19enne nella via della movida: indagati due ragazzi

MonzaToday è in caricamento