Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca

Presa a martellate sul treno, convalidato il fermo per l'aggressore

A incastrarlo le immagini riprese dalle telecamere di videosorveglianza in stazione a Treviglio e un cappellino giallo

"Non mi sono mai mosso da qui" aveva detto ai carabinieri del comando di Cassano d'Adda Marian Verdi, 32enne romeno pluripregiudicato, quando sabato sera, subito dopo l'accaduto i militari erano andati a cercarlo in un edificio abbandonato proprio nei pressi della stazione di Cassano d'Adda dove l'aggressore, dopo aver colpito una 22enne con un martelletto frangivetro a bordo di un convoglio diretto a Milano, si era dileguato non appena si erano aperte le porte del treno.

A incastrarlo però è stato il ritrovamento del telefono rapinato alla giovane e la cover del suo cellulare nei pressi di una massicciata vicino all'edificio dove l'uomo aveva pensato di trovare rifugio. Qui, incastrato tra i rovi, i carabinieri hanno individuato anche un cappellino giallo, particolare questo che la stessa 22enne aveva fornito agli inquirenti per l'identificazione del suo aggressore. Quel cappellino giallo è in testa al 32enne mentre l'uomo sale alla stazione di Treviglio ripreso dall'occhio elettronico e mentre scende, qualche minuto dopo, proprio alla fermata di Cassano d'Adda. 

GUARDA IL VIDEO

L'aggressore oltre ad aver colpito al braccio e alla testa la giovane vittima, una ragazza di Ciserano, le ha rubato la borsa e i 15 euro che custodiva nel portafogli. Mercoledì mattina, mentre Sara, questo il nome della giovane, veniva sottoposta a un nuovo intervento chirurgico dopo l'accaduto, è stato convalidato il fermo per il 32enne indagato per rapina aggravata e lesioni personali gravi. 

Martello frangi-cristallo-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presa a martellate sul treno, convalidato il fermo per l'aggressore

MonzaToday è in caricamento