menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Le immagini dell'aggressione a Villapizzone

Le immagini dell'aggressione a Villapizzone

Nuova aggressione a capotreno, Trenord ribadisce l'emergenza sicurezza

L'azienda dopo l'episodio avvenuto ad Arcore nel pomeriggio di giovedì ha sottolineato la necessità di affrontare il tema in modo unitario anche "per arginare pericolose derive d'emulazione dovute al clamore di questi giorni"

"Il tema della sicurezza a bordo dei treni sia affrontato con spirito unitario da tutti i soggetti coinvolti, in stretta collaborazione con le istituzioni e le forze dell'ordine, anche per arginare pericolose derive d’emulazione dovute al clamore di questi giorni".

Con queste parole Trenord ha sottolineato nuovamente la necessità di una collaborazione tra istituzioni, autorità, forze dell'ordine e personale addetto alla vigilanza per garantire standard di sicurezza per pendolari e lavoratori a bordo dei convogli.

Il focus sul tema sicurezza arriva dopo l'ennesima violenta aggressione ai danni di un capotreno a bordo di un convoglio ad opera di tre ragazzi, di cui due minorenni, sprovvisti del biglietto.

L'episodio è avvenuto nel pomeriggio di giovedì a bordo del treno 10862 partito da Milano Garibaldi alle 15.52 e diretto a Lecco. 

L’uomo è stato preso di mira da un gruppo di ragazzini: tre italiani di origine magrebina, due diciassettenni e un maggiorenne. A scatenare la furia del gruppo, a bordo del treno senza titolo di viaggio, è stata la richiesta del controllore di mostrare i biglietti. Sul posto sono immediatamente intervenuti i carabinieri che hanno fermato e arrestato i tre.

Il capotreno ha proseguito il viaggio fino alla stazione di Lecco, dove è stato portato all’Ospedale per accertamenti. Tre treni della Milano – Lecco sono stati soppressi, uno invece è stato limitato nel percorso.

Trenord in una nota ha espresso per l'ennesima volta la propria solidarietà al capotreno vittima dell'aggressione e ha ribadito che dall’inizio del 2015 l'azienda ogni giorno, sui treni e nelle stazioni, 63 operatori di security, il doppio rispetto al 2014, concentrati principalmente nelle ore serali. 

Ma tutto questo pare non essere ancora abbastanza. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    "Tesoro ritorna!" Una dichiarazione d'amore appesa sul palo della luce

  • Scuola

    Come sarà la maturità 2021? Tutte le risposte

  • social

    Festa del Gatto, dove adottare un felino a Monza

Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento