Cronaca

Aggressione in carcere a Monza, due poliziotti finiscono in ospedale

A denunciare l'episodio - avvenuto nella mattinata di mercoledì - è stato il segretario Uilpa della polizia penitenziaria Domenico Benemia: "Episodi come quello odierno non fanno altro che aggravare la situazione gia al limite"

Repertorio

Due agenti di polizia penitenziaria sono finiti in ospedale dopo essere stati aggrediti nella mattinata di mercoledì in carcere. A darne notizia è stato il segretario Uilpa della polizia penitenziaria Domenico Benemia che ha denunciato l'accaduto, ritenuto "l'ennesimo episodio di violenza che ha visto protagonisti gli agenti della polizia penitenziaria dell'istituto di pena monzese".

Secondo quanto ricostruito e riportato dalla nota un detenuto avrebbe aggredito fisicamente due agenti di polizia penitenziaria in servizio nel reparto che lo ospitava e acausa dell'atto di violenza - ritenuta "ingiustificata e gratuita" - i due sono dovuti ricorrere alle cure mediche del pronto soccorso dell'ospedale San Gerardo da dove sono stati dimessi con 8 giorni di prognosi.

"Il momento storico odierno, reso già duro e stressante dalla emergenza sanitaria che il paese sta vivendo è aggravato da episodi simili che mettono ad ulteriore dura prova la tenuta psicofisica delgi operatori di polizia penitenziaria" denuncia il segretario brianzolo. "Tutto il personale in servizio a Monza si sta sobbarcando ore di lavoro superiori all'ordinario per sopperire alle numerose assenze dovute ai numerosi colleghi posti in quarantena per covid o per isolamento attivo. Inoltre il livello di stress lavorativo ha raggiunto livelli di guardia anche per la gestione di intere sezioni che ospitano detenuti positivi".

"Episodi come quello odierno non fanno altro che aggravare la situazione gia al limite" conclude Benemia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggressione in carcere a Monza, due poliziotti finiscono in ospedale

MonzaToday è in caricamento