menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Scherza" sul treno con un machete e fa male all'amico: ferito un ragazzino

L'aggressione la mattina di Pasqua intorno alle 8 sul convoglio Lecco-Milano all'altezza di Monza. L'intervento della Polizia di Stato ha permesso di individuare il responsabile

Non solo era riuscito a salire a bordo di un treno con un machete ma lo aveva addirittura impugnato per "scherzo", infastidendo un amico fino ad arrivare a fargli davvero male e a ferirlo. 

L'assurda aggressione è avvenuta nella prima mattinata della domenica di Pasqua quando due ragazzi di origine straniera, entrambi residenti a Lecco, intorno alle 8 sono saliti a bordo di un convoglio diretto a Milano. I ragazzi, due conoscenti, un 15enne di origine marocchina e un giovane sudamericano appena diciottenne, si sono seduti uno accanto all'altro. Dalle parole però presto si è passati alla violenza dopo che il più grande dei due, per scherzo, ha iniziato a "infastidire" con un piccolo machete il compagno di viaggio, sfiorandolo con l'arma lunga 30 centimetri e scherzando in maniera irresponsabile fino a ferirlo. Dopo l'accaduto il 15enne ha tentato di reagire e i due sono venuti alle mani. 

Qualche passeggero che ha assistito alla scena e ha sentito le urla provenire dalla carrozza ha dato l'allarme alle forze dell'ordine e sul posto, a ridosso della stazione monzese, si è precipitata una volante della Polizia di Stato. Gli agenti del commissariato sono saliti a bordo del convoglio Trenord 2555 Colico-Milano Centrale e hanno raggiunto la vittima che ha raccontato quanto era appena successo e ha spiegato ai poliziotti che il suo aggressore era fuggito via. 

Il ragazzino è stato in grado di fornire indicazioni agli agenti per individuare il responsabile nei confronti del quale si procederà con una denuncia per aggressione e porto abusivo di arma. Il 18enne inoltre ha già alcuni precedenti penali.

Il ragazzino vittima dell'accaduto è stato medicato dal personale sanitario in ospedale e le sue ferite guariranno in un paio di giorni. Si tratta dell'ennesima violenta aggressione avvenuta su un convoglio dopo un analogo episodio che la scorsa settimana aveva visto coinvolta una ventenne bergamasca colpita con un martelletto alla testa da un uomo a scopo di rapina

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Sicurezza

Come eliminare la puzza di fumo dalla tua casa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento