Cronaca Stazione / Via XX Settembre, 13

Aggressione nell'alimentari di via XX Settembre: indagini in corso

I carabinieri di Monza stanno portando avanti le indagini per risalire agli aggressori di Umme Tahera, la donna stesa a terra con un pugno da un gruppo di avventori che non volevano pagare

Hanno fatto perdere le proprie tracce dopo aver colpito alla testa con un pugno la titolare di un negozio in via XX Settembre a Monza dopo aver preteso di contrattare il prezzo di alcuni alcolici ma i carabinieri di Monza stanno proseguendo le indagini e sono sempre più vicini a rintracciare i presunti responsabili dell'accaduto.

L'episodio è avvenuto martedì sera quando un gruppo di avventori stranieri è entrato nell'esercizio gestito dalla donna, originaria del Bangladesh. Gli uomini hanno chiesto birra e alcolici ma al momento di pagare non erano disposti a spendere più di due euro e di fronte al rifiuto della donna di accettare il ribasso di prezzo sono passati alla violenza.

Secondo il racconto del figlio della titolare gli aggressori hanno ferito alla testa sua madre stendendola con un pugno e hanno messo le mani al collo a lui, fino a trascinarlo fuori dal negozio. 

All'arrivo dei carabinieri e dei soccorsi questi sono spariti. 

Da parte delle forze dell'ordine sono in corso accertamenti: sarebbero stati individuati tre uomini come responsabili dell'aggressione ma sulla loro identità vige ancora il massimo riserbo. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggressione nell'alimentari di via XX Settembre: indagini in corso

MonzaToday è in caricamento