Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca Centro Storico / Via Italia

L’amico lo pesta a sangue e fugge: in casa cocaina e metanfetamina

A dare l'allarme è stata la vittima, un quarantenne monzese residente in pieno centro. Durante il sopralluogo, però, i carabinieri hanno scoperto in casa cocaina e metanfetamina: è stato arrestato. Continuano le indagini

Gli ha devastato casa. Lo ha picchiato selvaggiamente, causandogli diverse lesioni. E ha cercato di rapinarlo. Quindi, dopo il folle raptus, è fuggito, facendo perdere le proprie tracce. E costringendo la vittima a chiamare i carabinieri, compiendo un clamoroso “autogol”. 

Violenta aggressione lunedì pomeriggio in un appartamento in pieno centro a Monza, tra via Italia e via Passerini. La vittima, un quarantenne di Monza, ha chiesto l’aiuto dei carabinieri e ha denunciato di essere stato malmenato e rapinato da un suo conoscente, che fino a pochi secondi prima era in casa insieme a lui. 

Al momento del sopralluogo, però, secondo quanto appreso da MonzaToday, i militari della compagnia di Monza hanno scoperto che il quarantenne nascondeva nel suo appartamento tredici grammi di cocaina, duecentoventi grammi di metanfetamina e sostanze da taglio. 

Per lui, dopo le cure per le numerose lesioni riportate nell’aggressione, sono scattate le manette con l’accusata di detenzione di stupefacenti. 

Ai militari, l’uomo ha raccontato di essere stato picchiato dal conoscente per una rapina, non facendo alcun riferimento alla droga. Continuano, quindi, le indagini dei carabinieri per identificare e fermare il rapinatore. 

E per cercare di dare un movente più chiaro a un’aggressione tanto violenta quanto - per ora - avvolta nel mistero. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’amico lo pesta a sangue e fugge: in casa cocaina e metanfetamina

MonzaToday è in caricamento