rotate-mobile
Domenica, 25 Febbraio 2024
Aggressione / San Fruttuoso / Via Valosa di Sopra

Lo ferma, gli chiede l'ora, lo riempie di botte e poi scappa

Attimi di paura per un giovane che stava rientrando a casa

Stava tornando a casa. Aveva appena parcheggiato l'auto, qualche metro a piedi e poi avrebbe aperto il cancello quando un uomo - circa 30 anni alto e dal fisico palestrato - lo ha fermato e gli ha chiesto l'ora. Il giovane - un 25enne monzese - era di spalle e si è girato per rispondergli quando, improvvisamente, è caduto a terra. "Pensavo volesse rubarmi il cellulare - ha raccontato la vittima a MonzaToday -. Invece mi ha riempieto di calci, poi quando ho iniziato a gridare è fuggito salendo su un'auto dove alla guida c'era una persona che lo stava aspettando. Mi sono alzato dolorante e poi sono rientrato a casa".

Questo il racconto del giovane aggredito sabato sera a Monza in via Valosa di Sopra. Una via dove da anni i residenti denunciano episodi di violenza, soprattutto nel fine settimana, durante le serate alcoliche. Una via salita alla ribalta delle cronache anche all'inizio dell'anno dopo una grave rissa con spranghe, coltelli e tentativi di investimenti. "Anche io ho provato a telefonare al 112 per denunciare quello che stava accadendo sotto casa - ha proseguito -. Questa volta, purtroppo, è successo a me. Fortunatamente senza gravi ferite: solo lividi, graffi, sbucciature, i pantaloni rotti e il telefonino anche. All'indomani sono andato a denunciare il fatto ai carabinieri". Quando i residenti rientrano la sera tardi, soprattutto nel weekend, stanno attenti a chi c'è in mezzo alla strada. "Spesso ci sono gruppetti di ragazzi ubriachi e alterati - continua -. Ma quella sera ho visto solo quel ragazzo e velocemente sono rientrato. Quando mi ha buttato a terra pensavo che volesse rubarmi qualcosa, ma mi ha solo riempito di botte". Il giovane, così come i residenti della via, chiedono sicurezza. "Servono telecamere lungo la strada e maggiori passaggi delle forze dell'ordine soprattutto nel fine settimana".

L'episodio lunedì sera è finito anche in consiglio comunale. Ad esporlo in consigliere Paolo Piffer (Civicamente) che rivolgendosi all'assessore alla Sicurezza Ambrogio Moccia ha chiesto interventi per ripristinare la sicurezza in quella zona del quartiere dove, da anni, vengono denunciati episodi come quello avvenuto sabato al giovane monzese. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo ferma, gli chiede l'ora, lo riempie di botte e poi scappa

MonzaToday è in caricamento