Ubriaco chiede aiuto alla polizia dopo aggressione in stazione ma insulta gli agenti

Denunciato un uomo di trent'anni di Osnago

Ha detto alla polizia di essere stato aggredito poco prima da un gruppo di stranieri in stazione ma, alla fine, da vittima si è trasformato in colpevole ed è ritornato a casa con una denuncia a piede libero.

E' successo nella serata di mercoledì a Monza, in stazione. Gli agenti della polizia di Stato hanno fermato per un controllo un uomo di trent'anni originario di Osnago nei pressi dell'ingresso di via Arosio. Il trentenne ha riferito agli agenti di essere stato poco prima aggredito da un gruppo di stranieri all'interno della stazione che volevano rubargli il telefono cellulare, probabilmente, come specificato dagli uffici del commissariato, nell'ambito di uno scambio di droga. 

Poco dopo però, in preda anche ai fumi dell'alcol, l'uomo ha iniziato a inveire contro i poliziotti e insultarli. Accompagnato in commissariato, l'uomo è stato indagato per oltraggio, violenza e resistenza a pubblico ufficiale. Nei suoi confronti è scattata anche una multa per lo stato di ubriachezza. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

Torna su
MonzaToday è in caricamento