Agrate, insulta i carabinieri davanti al bar: imprenditore denunciato

San Lorenzo col botto per un cinquantenne che ha deciso di intromettersi nella lite tra un barista e un'anziana signora. Finendo per essere l'unico a rimetterci

AGRATE  BRIANZA -  Insulta i carabinieri e poi piange come un vitello. Serata da dimenticare per un piccolo imprenditore di Omate. Tutto ha inizio con una litigata tra un'anziana signora e il proprietario di un bar della zona: la donna era infastidita dal baccano degli avventori. Si comincia ad alzare la voce, qualche parola grossa,  al punto che devono intervenire i carabinieri. Una scena tutto sommato "normale" per le forze dell'ordine il venerdì sera. Riportata la calma, però, la sorpresa. Si avvicina un 50 enne  che si trovava con amici poco distante ed ha assistito alla scena.  "Non avete di meglio da fare che rompere le scatole alla gente che lavora?" ha apostrofato i militari senza troppi giri di parole.

COCCODRILLO - Alla richiesta di documenti, l'uomo  ha quindi consegnato la carta d'identità, precisando però che il giorno dopo i carabinieri avrebbero dovuto restituirla con tanto di scuse, magari per l'intervento di qualche conoscente influente. Inevitabile a quel punto il "giro" in caserma. Denuncia a piede libero per oltraggio a pubblico ufficiale, il risultato della bravata. Ma l'epilogo tragicomico è che, una volta resosi conto di averla combinata grossa, l'imprenditore spaccone ha consumato i kleenex della compagnia per asciugarsi le lacrime.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

Torna su
MonzaToday è in caricamento