Mobbing: assolto Alessandro Casale, comandante della polizia locale di Monza

Il tribunale di Busto Arsizio ha assolto il comandante dei ghisa dall'accusa mossa da un vigile

Alessandro Casale (foto infocds.it)

Nei giorni scorsi il tribunale di Busto Arsizio ha assolto il comandante della polizia locale di Monza Alessandro Casale citato in giudizio da un suo ex agente per mobbing.

Tutto era iniziato nel febbraio 2013 quando Casale era dirigeva i ghisa di Busto Arsizio. Un vigile aveva iniziato una causa civile nei confronti dell'amministrazione comunale chiedendo 280mila euro di risarcimento. Con la sentenza emessa nei giorni scorsi, non ancora passata in giudicato, i giudici hanno stabilito che — dalla documentazione in atti, dall’istruttoria esperita e dalle stesse allegazioni del ricorrente — non è emerso un comportamento di carattere persecutorio posto in essere nei suoi confronti, né offese e aggressioni verbali da parte dei colleghi.

Non solo: il tribunale ha escluso che siano emersi comportamenti, volti ad isolare il vigile e ad offenderlo, come quest'ultimo aveva lamentato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pitbull azzanna padrone ai genitali, 40enne uccide il suo cane per salvarsi

  • Incidente in autostrada A4, auto ribaltata: gravissimo 27enne

  • Incidente in autostrada A4 ad Agrate Brianza, morto ragazzo di 27 anni

  • Maschere, coriandoli, bancarelle e un trenino: ecco il Carnevale di Monza

  • Nova Milanese, azzannato alle parti intime dal suo cane: 40enne in ospedale

  • Fugge di fronte ai carabinieri nella sala slot: 26enne espulso (di nuovo)

Torna su
MonzaToday è in caricamento